Connettiti a NewsCinema!

News

9 film sugli alieni da brivido come LIFE – Non Oltrepassare i Limiti

Pubblicato

:

Cosa c’è veramente là fuori si chiedeva la serie tv X-Files? Esistono altre forme di vita? Siamo davvero soli in questo universo? Il fascino per l’ignoto, le infinite possibilità sono state sempre fonte di grande mistero e di intrigo per diverse generazioni.

LIFE – Non Oltrepassare il limite, il recente thriller di fantascienza interpretato da Jake Gyllenhaal, Rebecca Ferguson e Ryan Reynolds, è l’ultimo di una lunga serie di film che tenta di rispondere a queste domande. In molti film l’ incontro con un alieno ha fornito alcune storie emozionanti, fantasiose ed indimenticabili. Di seguito vi ricordiamo nove film che come LIFE, ci dà delle risposte fittizie a questa domanda: Che cosa c’è veramente là fuori?

La Guerra dei Mondi

La Guerra dei Mondi

H.G Wells è stato uno dei primi a creare un racconto di un incontro alieno con il suo romanzo del 1897 La Guerra dei Mondi, che è stato modernizzato per la regia di Bryan Haskin nel 1953. La storia – che è stata adattata anche da Steven Spielberg nel 2005 – si concentra su un’invasione aliena in una piccola città della California. Anche se inizialmente è stato concepito come un commento alla guerra fredda, il film ha poi aggiunto dei dettagli moderni al genere cinematografico.

Ultimatum alla Terra

La Guerra dei Mondi non è stato il primo, però. Due anni prima, Ultimatum alla Terra, ha raccontato la storia di Klaatu, un alieno umanoide simile a Cristo, che invade la Terra con il suo migliore amico, un massiccio robot di otto piedi chiamato Gort. Ampiamente considerato uno dei migliori film di fantascienza di tutti i tempi, il film di Wise – che è stato aggiunto alla National Film Registry nel 1995 – è un must-watch per gli appassionati di cinema, senza il quale non sarebbero esistiti film come LIFE. Come tutti i film di successo è stato rifatto, ma, nonostante Keanu Reeves nel ruolo del protagonista, la versione del 2008 non ha molto dell’originale.

Ultimatum alla Terra

Incontri ravvicinati del Terzo Tipo

Incontri ravvicinati è stato un progetto creato per passione da uno dei più grandi narratori di fantascienza di tutti i tempi, Steven Spielberg. Oltre ad essere stato lodato in seguito all’uscita del film nelle sale,e aver vinto una serie di premi tra cui otto nomination agli Oscar, e una vittoria per la migliore fotografia, è anche retrospettivamente adorato. Inoltre ha una delle colonne sonore più memorabili di Hollywood. Il film di Spielberg raffigura due storie parallele: una ricerca di scienziati che studiano lo strano aspetto degli elementi in varie località, e il secondo su diverse persone che testimoniano il paranormale, avvistamenti UFO, tra cui Roy Neary (Richard Dreyfuss) e Jillian Guiler (Melinda Dillon).

District 9

A muoversi in una direzione leggermente diversa è District 9, un film che ritrae l’invasione aliena in un modo unico e altamente politicizzato; nella visione di Neill Blomkamp, ​​gli alieni sono stati organizzati in un campo di sepoltura designato a Johannesburg, Sud Africa, e sono trattati come rifugiati. Realizzato con un budget di $ 30 milioni e girato con uno stile found-footage, il film è originale e non usa gli alieni per evidenziare i problemi di xenofobia e segregazione sociale.

Contact

Matthew McConaughey al fianco di Jody Foster è stato protagonista di un film sottovalutato di fantascienza, intitolato Contact. Basato sul libro di Carl Sagan, il film è meno catastrofico degli altri film del genere, e più meditativo riflessivo intorno al primo contatto con la vita aliena. La Dottoressa Eleanor Ann Arroway (Foster) e Palmer Joss (McConaughey) tenta un approccio da una fonte extraterrestre (e le conseguenze per l’umanità) dal punto di vista della scienza e della religione.

Contact

The Martian

The Martian è l’unica voce della lista che non include direttamente il contatto alieno, ma ci sono abbastanza parallelismi per guadagnare il posto in questa lista, poichè come LIFE sei concentra su Marte. Nella vita un equipaggio di sei membri della Stazione Spaziale Internazionale indaga su quello che sembra essere un primo segno di vita su Marte. In The Martian, Mark Watney (Matt Damon) finisce incagliato sul pianeta rosso e viene creduto morto. Deve usare la sua conoscenza scientifica, così come l’ambiente che lo circonda, per rimanere in vita. Ma non ci sono alieni.

Under the Skin

Under the Skin presenta l’incontro con la vita aliena attraverso una lente horror, anche se in modi contrastanti. Mentre LIFE si svolge in uno spazio claustrofobico, con gli esseri umani in un ambiente straniero, Under the Skin dispone di un alieno in forma umana (Scarlett Johansson) mentre entra nel nostro mondo e cerca di dare un senso a tutto questo. Temi dell’identità, appartenenza, sessualità, l’aspetto e la xenofobia è tutto alla base un ritratto distintivo e agghiacciante che utilizza la metafora della vita aliena per affrontare problemi seri. Fedele al suo nome, è un film che arriva sotto la pelle di chi lo guarda.

Under the Skin

Arrival

Sarebbe impossibile parlare di film come LIFE senza menzionare una recente rappresentazione dell’incontro alieno che ha giustamente preso il suo posto come uno dei migliori del genere, Arrival. La rappresentazione di Villeneuve è profonda, organizzata in uno studio del linguaggio, la comunicazione e l’umanità. Basato sul racconto di Ted Chiang, Arrival avvicina incontri alieni dal lato opposto dello spettro della vita, scegliendo di evidenziare i potenziali benefici di un incontro con gli esseri ultraterreni, piuttosto che la paura degli orrori che potrebbero derivarne.

Alien

Alien è l’horror sci-fi più classico, ampiamente considerato uno dei migliori film di tutti i tempi, e il catalizzatore per un franchise che continua fino ad oggi. Il film iconico si concentra sugli eventi a bordo della Nostromo, una nave spaziale che fa il suo viaggio di ritorno verso la Terra. Quando il cast e la troupe si svegliano a causa di una richiesta di soccorso da una nave misteriosa, cambiano rotta per indagare, il che porta ad un visitatore sgradito che fa la più drammatica delle entrate drammatiche. E’ il film considerato di maggiore ispirazione per LIFE.

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

The Batman | la storia subirà dei cambiamenti a causa dei ritardi?

Pubblicato

:

batman newscinema compressed

L’industria cinematografica si è fermata bruscamente a causa dei problemi causati dalla pandemia del coronavirus negli ultimi mesi e di conseguenza, le produzioni e i set dei film sono stati tutti messi in stand-by per ragioni di sicurezza. Tra i tanti film che più di altri hanno risentito negativamente di questo stop è stato il film The Batman di Matt Reeves , che si sta preparando per continuare a girare il resto della storia. L’interruzione delle riprese ha portato il lungometraggio a essere posticipato di alcuni mesi, il che senza dubbio rende il lavoro della troupe ancora più intenso. Nonostante tutto però, lo sceneggiatore Mattson Tomlin ha affermato che questi giorni gli sono serviti per apportare delle modifiche allo script.

Cosa verrà cambiato nel film The Batman?

The Batman ha avuto un lungo periodo di gestazione, poiché è rimasto in una sorta di limbo, dopo l’addio di Ben Affleck dal DC Extended Universe. Il regista Matt Reeves ha continuato comunque a lavorare sulla sceneggiatura del film prima ancora che iniziassero il casting e le riprese, con Mattson Tomlin come co-sceneggiatore. Mentre la pausa inaspettata del set dalle riprese avrebbe potuto dare alla troupe la possibilità di modificare la sceneggiatura, Tomlin ha recentemente rivelato che la storia rimane coerente. “No. Voglio dire, il film è il film, e penso che in questo momento il piano sia quello di eseguire quella visione.”

Leggi anche: The Batman: il regista tweeta a proposito del film

the batman newscinema compressed 1

Leggi anche: The Batman: Pinguino sarà il villain principale?

Il lavoro del regista Reeves e dello sceneggiatore Tomlin su The Batman

A quanto pare Matt Reeves e Mattson Tomlin non si sono presi del tempo durante il lockdown per apportare delle modifiche ulteriori alla sceneggiatura di The Batman. In realtà, stanno cercando di produrre lo stesso film avviato prima che la produzione fosse improvvisamente interrotta. Anche se resta da scoprire quale sia la storia iniziale.

Mattson Tomlin ha condiviso i suoi pensieri sulla sceneggiatura del film durante una conversazione con Comic Book sul film Netflix Project Power. Questo commento sarà sicuramente confortante per i fan che hanno aspettato anni per vedere Bruce Wayne finalmente ottenere un film da solista all’interno del DC Extended Universe.

Continua a leggere

Netflix

The Crown | scelto l’attore che interpreterà Filippo nella nuova stagione

Pubblicato

:

the crown newscinema

Il leggendario attore Jonathan Pryce si unirà al cast della serie Netflix per la quinta e la sesta stagione di The Crown. È il secondo nome del cast che viene annunciato dopo quello di Imelda Staunton, ingaggiata per il ruolo della prossima regina Elisabetta II.

The Crown | scelto il volto di Filippo

La quarta stagione della serie Netflix dovrebbe arrivare durante il corso del prossimo autunno e seguirà da vicino il fidanzamento del principe Carlo con Lady Diana Spencer. La quinta stagione, invece, debutterà nel 2021, per poi essere seguita dalla sesta e ultima stagione dello show, ordinata a sorpresa qualche mese fa per «”endere giustizia alla complessità e ricchezza della storia”. Pryce, che grazie alla sua interpretazione nel film I due Papi di Netflix ha ottenuto una nomination agli Oscar, non ha ancora commentato la notizia. Così anche Peter Morgan, creatore della popolare serie televisiva, non ha voluto spiegare perché la scelta sia caduta proprio su Pryce, già conosciuto dagli spettatori televisivo per essere stato l’Alto Passero della serie tv Il Trono di Spade

jonathan pryce newscinema

La carriera di Jonathan Pryce

L’attore britannico è per sempre legato a ruoli come quello di Sam Lowry nel film Brazil di Terry Gilliam, di Juan Domingo Perón nel film musical Evita, di Elliot Carver nel film Il domani non muore mai edi Weatherby Swann nella saga cinematografica di Pirati dei Caraibi. Nel 2019, per la lodata performance di Papa Francesco nel film I due papi di Fernando Meirelles ha ricevuto la candidatura al Golden Globe, al Premio BAFTA e al Premio Oscar al miglior attore, la prima della sua lunghissima carriera.

Il resto del cast

Dopo Pryce e Staunton, l’altra attrice confermata per le ultime due stagioni della serie è Lesley Manville, che interpreterà la principessa Margaret. Pryce succederà a Tobias Menzies e Matt Smith, che hanno interpretato il Duca di Edimburgo nelle prime quattro stagioni del franchise prodotto da Left Bank Pictures.

Continua a leggere

Cinema

Mrs. March | Elisabeth Moss protagonista del thriller della Blumhouse

Pubblicato

:

elisabethmoss newscinema compressed

Dopo il successo di critica e al boxoffice del film L’uomo Invisibile, l’attrice vincitrice di un Golden Globe ed Emmy Elisabeth Moss ha ufficialmente avviato la sua prossima collaborazione con la casa di produzione Blumhouse con il nuovissimo film thriller psicologico intitolato Mrs. March . Il progetto sarà basato sull’omonimo romanzo dell’autrice Virginia Feito, previsto per agosto 2021 in tutte le librerie del mondo.

Le dichiarazioni di Jason Blum su Elisabeth Moss

Dopo questa conferma, non potevano mancare le parole del fondatore della casa di produzione, Jason Blum: “Non solo Elisabeth è una delle migliori attrici della sua generazione, ma è una fan sfacciata che ama questo genere di storie ed è un’incredibile collaboratrice. Lindsey ed Elisabeth hanno un gusto impeccabile, quando ci hanno portato la signora March abbiamo colto al volo l’opportunità di lavorare con loro “.

Mrs. March seguirà la storia di una raffinata casalinga dell’Upper East Side che vede sgretolarsi tutte le certezze della sua vita, quando inizia a sospettare che l’odioso protagonista dell’ultimo romanzo bestseller del marito sia basato su di lei. L’adattamento cinematografico sarà scritto da Feito con la Moss in veste di protagonista.

Leggi anche: L’uomo invisibile | La recensione del film di Leigh Whannell

elisabeth2 moss newscinema compressed

Leggi anche: L’Uomo Invisibile | Impressioni a caldo | reggetevi forte

Le parole di Elisabeth Moss sul romanzo Mrs. March

“Ho letto il romanzo di Virginia e ne sono rimasta così affascinata che ho capito che dovevo farlo e dovevo interpretare la signora March.” ha detto la Moss. “Come personaggio, è affascinante, complessa e profondamente umana e non vedo l’ora di affondare i denti dentro di lei. Mrs. March è esattamente il tipo di progetto femminile coinvolgente e stimolante per cui la Love And Squalor Pictures è stata creata. Come azienda, siamo entusiasti di annunciare il nostro debutto come partner della Blumhouse. Avendo lavorato con Jason negli Stati Uniti e con la compagnia ne L’Uomo Invisibile, sono costantemente colpita dalla loro creatività e intelligenza. Jason Blum è una forza potente nel mondo della narrazione e sono personalmente onorato di far parte della famiglia Blumhouse”.

Il film sarà prodotto da Moss insieme a Lindsey McManus attraverso il loro banner Love and Squalor Pictures. Insieme a loro come produttori esecutivi ci sono Carla Hacken, Bea Sequeira e Jason Blum.

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Popolari

X