Connettiti a NewsCinema!

CineKids

Alice nella Città 2013, tutte le novità

Pubblicato

:

Schermata-2013-10-09-alle-14.18.07

Alice nella città torna ad affiancare il Festival del cinema di Roma, in modo autonomo e parallelo, per proseguire il percorso di promozione, divulgazione e sostegno del cinema rivolto alle nuove generazioni. Curato da Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, il festival è sostenuto dalla Direzione Generale per il cinema del MiBac, dalla Regione Lazio, il Comune di Roma, la Camera di Commercio di Roma e la BNL Gruppo BNP Paribas. Così il Presidente della Regione LazioNicola Zingaretti, esprime il suo appoggio ad Alice nella Città: Non è solo un festival, ma uno spazio aperto che attraverso incontri e iniziative avvicina i più giovani al mondo del cinema. Alla guida della Provincia di Roma e ora della Regione Lazio ho creduto e credo in un?iniziativa che sposa perfettamente il nostro impegno a favorire la crescita di giovani che hanno passione, tenacia, idee, fantasia e soprattutto voglia di emergere in questo settore. Sono certo che anche l?edizione 2013 raccoglierà ancora una volta il successo e l?entusiasmo di un platea vasta in cui le nuove generazioni siedono sempre in prima fila.

Per la sua X edizione, che si terrà dall’8 al 17 novembre 2013, Alice propone un ricco Concorso Young/Adult, una competizione di 12 opere in prima internazionale o europea, selezionate fra le più originali produzioni rivolte ad un cinema attento a ciò che sta diventando Altro. Tra i film in lizza, per la prima volta in concorso, troviamo due opere provenienti dall?Italia: Se chiudo gli occhi non sono più qui di Vittorio Moroni con Giorgio Colangeli, Beppe Fiorello e l’esordiente Mark Manaloto, e Il sud è niente opera prima di Fabio Mollo con Vinicio Marchioni Valentina Lodovini e la sorprendente Miriam Karlkivist; dalla Finlandia arriva, il lungometraggio candidato agli Oscar®The Disciple di Ulrika Bengts mentre dalla Svezia Kjell-Åke Andersson ci presenta  Nobody Owns Me. Significativa la presenza dei film francesi: Turning Tide di Christophe Offenstein con Francoise Cluzet e Guillaume Canet e Juliette di Pierre Godeau con Àstrid Bergès-Frisbey la meravigliosa sirena di Pirati dei caraibi e ?Run, boy, run? coproduzione franco/tedesca di  Pepe Danquart, già premio Oscar®  per il miglior cortometraggio con ?Schwarzfahrer?; dalla Svizzera Sitting Next to Zoe di Ivana Lalovi; dalla Colombia Chasing Fireflies di Roberto Flores Prieto e il canadese ?Uvanga? delle registe Marie Helene Cousineau e Madeline Piujuq Ivalu. Alice nella Città aprirà l’8 novembre con una grande festa per le scuole proiettando in anteprima Fuori concorso, alle 10.30 nella Sala Sinopoli dell?Auditorium Parco della Musica, Planes, il nuovo film d?animazione 3D della Disney, diretto da Klay Hall. La proiezione del film è preceduta da un magico Red carpet animato in pieno stile disneyano.

N1QJCQHO7Vy_l5n0I9l7TdvHLIipKRYlIPz-DrsYct4Il weekend prosegue con un ciclo di proiezioni e appuntamento dedicati ai più piccoli: iniziamo con il film d?animazione My Mommy is in America and she met Buffalo Bill, diretto da Marc Boreal e Thibaut Chatel tratto dal libro illustrato di Jean Regnaud con le tavole realizzate da Emile Bravo. Tra le proposte del Fuori Concorso realizzate in collaborazione con il Festival Internazionale del Film di Roma, sabato 9 novembre alle 16.30 nella Sala Santa Cecilia, l’anteprima internazionale  di Belle & Sebastien di Nicolas Vanier (Il Grande Nord), che sarà preceduta, come da tradizione, da un  red carpet a tema. Concluderà questa parte del programma Futbolin il nuovo film d’animazione in 3D di Juan José Campanella, già premio Oscar® al miglior film straniero con El hijo de la novia. Continua il viaggio di Alice nella città tra le aule del cinema, con l?anteprima del documentario francese  School of Babel di Julie Bertucelli, girato in un liceo multietnico di Parigi che mostra la scuola, come luogo dell’accoglienza e non dell?abbandono. Il documentario verrà proiettato, in collaborazione con il Festival internazionale del Film di Roma, in occasione della premiazione ufficiale di Alice nella città il 16 Novembre. Unico film italiano fuori concorso, Il mondo fino in fondo, opera prima di Alessandro Lunardelli; una commedia avventurosa on the road, un viaggio iniziatico di un adolescente nel campo dei sentimenti e dell?identità che fa emergere la forza rivoluzionaria di questa meravigliosa età del dissenso. Nel cast, per la prima volta insieme, Filippo Scicchitano e Luca Marinelli, al fianco di Barbora Bobulova e Camilla Filippi. Tra le novità di quest?anno, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, nasce SPERIMENTA. Un ciclo di narrazioni affidate a quegli autori, sceneggiatori, attori, musicisti che più di ogni altro hanno saputo raccontare e trasmettere ai ragazzi la passione per il cinema. Il progetto, dedicato a tutti ma in particolare ai giovani spettatori, nasce con l’idea di restituire agli adulti un ruolo forte come narratori, per offrire una misura rinnovata di racconto tra parole ed immagini: una profonda e spontanea riflessione sulla scoperta di sé e del cinema, insostituibile strumento di analisi del rapporto con la realtà, la storia, se stessi e gli altri.

EF4koyU5JgPycbxTdps4G403f8VWNioEHZd6wCr_SVwTra le prime conferme il regista e sceneggiatore giapponese Hirokazu Kore-Eda che sarà protagonista di un incontro aperto al pubblico preceduto dalla proiezione di due dei suoi film: I Wish (2011) e Like Father Like Son, premiato quest’anno dalla Giuria del Festival di Cannes. Su questa linea di programma sarà la presentato il documentario Who is Dayani Cristal prodotto, interpretato e diretto da Gael García Bernal con Marc Silver. Vincitore del Cinematography Award, World Cinema Documentary al Sundance 2013, il documentario ? paragrafando quello che ha scritto l’Hollywood Reporter – trova un modo nuovo per rendere personale il dibattito sull’immigrazione. Who is Dayani Cristal racconta la storia di un migrante che si trovava nel tratto mortale del deserto conosciuto come “Il corridoio della morte” e mostra come la vita di un individuo possa diventare testimonianza dei tragici effetti della guerra degli Stati Uniti contro l’immigrazione. Anche quest’anno Casa Alice sarà la base del Festival. Una location a due passi dall’Auditorium e dal Villaggio del Cinema, che ospiterà, come lo scorso anno, varie realtà legate al mondo del cinema che saranno partner della manifestazione. In quest’ottica, viene confermato ed ampliato il connubio con la Libreria del Cinema di Roma sia per quanto riguarda la parte ristoro sia per lo spazio incontri dedicato al cinema italiano, a cura di Giuseppe Piccioni che proporrà per quest’anno, presso lo spazio di Alice, un casting aperto per selezionare  gli attori del suo nuovo film. Altro partner di Alice nella Città sarà il portale Mymovies: verrà creata una sala cinematografica virtuale (sulla piattaforma web) con capienza predefinita, dove verranno mostrati i film del Concorso. L’obiettivo è quello di avvicinarsi sempre di più alle nuove generazioni, di estendere al massimo le capacità fisiche e virtuali della sala per far dialogare piattaforma web e sala cinematografica. L’idea parte dalla volontà di poter rappresentare una piattaforma ideale che faccia convivere web e cinema classico. Ma Alice nella Città non si esaurirà a Novembre perché è un festival permanente, che coinvolge pubblico e scuole per 365 giorni l?anno con attività ed incontri nelle scuole.

Il costo del biglietto per tutti gli eventi  i volti al pubblico scolastico di Alice nella Città sarà di 5 euro, invariato rispetto alle scorse edizioni.

 

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CineKids

Scooby! | Una clip con le voci di Mark Wahlberg e Ken Jeong

Pubblicato

:

scooby!

In occasione della sua uscita in digitale, Warner Bros. ha rilasciato una nuova clip di Scooby!, il prequel animato che racconta l’incontro dell’alano golosone col suo storico amico Shaggy e la formazione, insieme a Fred, Velma e Daphne, della società d’investigazione Misteri e Affini. Il filmato diffuso mostra Scooby e Shaggy alle prese con Blue Falcon e Dynomutt, questi ultimi due con le voci originali di Mark Wahlberg e Ken Jeong.

Scooby! | La clip del film

Scooby! è stato scritto da Matt Lieberman (La Famiglia Addams) e diretto da Tony Cervone (Space Jam). Il film segue il celebre team di esperti nella risoluzione di misteri, che si deve ora alleare con altri personaggi dell’universo di Hanna-Barbera per salvare il mondo dal supercattivo Dick Dastardly. Nonostante sia stato realizzato con le moderne tecniche d’animazione, tutti i personaggi mantengono le loro caratteristiche e sono ampiamente riconoscibili, notizia che farà la gioia di fan storici e affezionati.

Leggi anche: La recensione di Pokemon

Scooby! | Il cast del film

Il cast include una nuova generazione di “giovani impiccioni” con Zac Efron nei panni di Fred Jones, Amanda Seyfried nei panni di Daphne Blake, Will Forte nei panni di Norville “Shaggy” Rogers, Gina Rodriguez nei panni di Velma Dinkley, Tarcy Morgan nei panni di Dick Dastardly e Frank Welker nei panni di Scooby -Doo. Il candidato all’Oscar Mark Wahlberg (The Fighter, The Departed) e il candidato al Golden Globe Jason Isaacs (The State Within – Giochi di potere, The OA) sono stati scelti per il ruolo del supereroe Blue Falcon e del cattivo Dick Dastardly. La coppia si è unita a Ken Jeong (Dynomutt) e Kiersey Clemons (Dee Dee Sykes).

Il progetto, prodotto da Chris Columbus, Charles Roven, Richard Suckle e Allison Abbate, riporta sullo schermo i ragazzini ficcanaso e il loro amico Scooby, visti l’ultima volta al cinema nel 2004 nel flop in live-action Scooby-Doo 2 – Mostri scatenati.

Continua a leggere

CineKids

Lilli e il Vagabondo | Tutto quello che sappiamo sul live action Disney +

Pubblicato

:

Gli spettatori americani lo hanno già visto da qualche mese mentre quelli italiani, almeno coloro che lo attendono per vie ufficiali, dovranno attendere il prossimo 24 marzo, data di arrivo nel nostro Paese della piattaforma di streaming Disney+.

Il live-action di Lilli e il vagabondo è infatti un’esclusiva del nuovo servizio di streaming della compagnia di Topolino & Co., una tra le tante che andranno a riempire nel corso degli anni un catalogo che si prospetta già ora di prima qualità per gli amanti del grande cinema classico e dei capolavori d’animazione. Il sito di animali Wamiz, pochi giorni fa, ha realizzato un sondaggio molto curioso secondo cui sembrerebbe che la maggior parte dei proprietari di cani e gatti desideri passare il giorno di San Valentino con il proprio animale, rispetto al partner. In attesa di scoprire se è davvero così, parliamo di un film che testimonia l’amore per questo migliore amico dell’uomo, da sempre e per sempre.

Essendo il film uscito da tempo Oltreoceano sono molte le informazioni a riguardo che vi possiamo anticipare nell’attesa, scopriamole assieme.

La storia si ripete

Dopo il grande successo su grande schermo dei remake di Il libro della giungla (2016), La bella e la bestia (2017), Aladdin (2019) e Il re leone (2019) – solo per citare i più riusciti – l’adattamento live-action di Lilli e il vagabondo è il primo a non approdare nelle sale, usato come titolo di lancio e da traino per gli abbonamenti a Disney+. Una scelta commercialmente sensata visto che il cartoon originale, datato 1955, è uno dei grandi classici della compagnia, ancor oggi amatissimo da grandi e piccini di ogni generazione. Il film originale, ispirato al racconto Happy Dan, The Whistling Dog di Ward Greene, vedeva per l’appunto protagonisti una femmina di American Cocker Spaniel di nome Lilli e un bastardino di nome Biagio ma soprannominato Vagabondo per il suo stile di vita e l’attitudine errante.

Questa nuova versione della storia usa un particolare mix tra riprese di animali veri, e quindi non realizzati al computer come per alcuni dei titoli sopracitati, ed effetti in CG soprattutto per ciò che concerne la gestione labiale dei vari personaggi a quattro zampe al centro del racconto: una tecnica certo non nuova ma qui elevata a notevoli livelli di realismo che rendono l’insieme credibile. Per la parte di Biagio (Tramp in originale) è stato scelto un esemplare salvato dal canile e l’intera operazione lancia un forte messaggio contro l’abbandono di animali, con tanto di commovente scena madre in flashback a dire la propria sul tema. Tutti i vari cani protagonisti sono stati sottoposti ad un periodo di tre mesi di addestramento con esperti del settore per essere “diretti” nella maniera consona alle dinamiche narrative.

Leggi anche: Mulan, il nuovo trailer e tante curiosità sull’atteso live action Disney

Uomini e animali

Un altro fattore fondamentale per la riuscita dell’operazione era la scelta dei doppiatori, con il cast umano volutamente “anonimo” (nei panni dei padroni di Lilli troviamo i poco conosciuti Thomas Mann e Kiersey Clemons) e il team vocale al centro della scena: a doppiare i due principali protagonisti troviamo interpreti conosciuti come Justin Therox e Tessa Thompson, con guest-star quali Benedict Wong e Sam Elliott a prestare il proprio accento a figure secondarie e la cantante Janelle Monáe ad impegnarsi in due canzoni ad hoc eseguita da Gilda, un’ex fiamma di Biagio.

Perché Lilli e il Vagabondo ha al suo interno anche degli spezzoni musical a variare i toni e le atmosfere della visione, ricca di sequenze clou che già avevano fatto la storia del prototipo (sì, anche il leggendario bacio con lo spaghetto è presente come già sottolineato dalla locandina). Il live-action ha cambiato alcune cose rispetto alla fonte di partenza, a cominciare dalla relazione tra i due padroni, con la moglie Darling interpretata da un’attrice di colore, nonché rivisitato proprio i testi di alcune dei succitati pezzi canori per adattarli ai giorni nostri.

Alcuni personaggi di contorno, come quello dell’accalappiacani, hanno inoltre ottenuto maggiore spazio: questi in particolare è diventato l’effettiva nemesi dei simpatici protagonisti e gli darà filo da torcere fino all’intenso, tenero, lieto-fine. Che ovviamente, pur con un leggera modifica che non vi sveleremo, ripropone quello che tutti conosciamo.

Continua a leggere

CineKids

Minions 2: Come Gru diventa Cattivissimo | Il teaser trailer ufficiale

Pubblicato

:

minions 2 trailer

Il 27 Agosto arriva al cinema Minions 2: Come Gru diventa Cattivissimo, il nuovo capitolo della divertente saga di animazione. Nel player qui sopra potete vedere il primissimo teaser trailer ufficiale del film che mostra in anteprima le immagini divertenti e colorate della nuova avventura dei piccoli imprevedibili Minions.

Quest’estate, dal più grande franchise d’animazione di tutti i tempi, nonché fenomeno culturale globale, arriva la storia inedita del sogno di un dodicenne di diventare ‘Cattivissimo’, in Minions 2: Come Gru Diventa Cattivissimo. Ricco dell’umorismo sovversivo tipico della Illumination, della raffinatezza della cultura popolare, di autentiche emozioni, musiche audaci ed azione esagerata, Minions 2: Come Gru Diventa Cattivissimo è opera dei creatori originali del franchise.

Il film è prodotto dal visionario fondatore e CEO della Illumination, Chris Meledandri e dai suoi collaboratori di lunga data Janet Healy e Chris Renaud, ed è diretto dal consueto realizzatore della saga Kyle Balda (Cattivissimo me 3, Minions). I co-registi sono Brad Ableson (I Simpson) e Jonathan del Val (I film Pets – Vita da animali).

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

filmhorror 300x250

Recensioni

Pubblicità

Facebook

Film in uscita

Luglio, 2020

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Agosto

Nessun Film

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X