Connettiti a NewsCinema!
gintacopertina meteoweek gintacopertina meteoweek

Can Yaman

Ginta si racconta tra desideri, consigli e divertenti aneddoti su Can Yaman

Pubblicato

:

“Donne, donne, oltre alle gambe c’è di più” cantavano Jo Squillo e Sabrina Salerno al Festival di Sanremo del 1991 . Leggendo il curriculum di Ginta Kubiliute Rachel, conosciuta dal pubblico solo come Ginta, questa frase sembra essere stata scritta per lei. Le esperienze collezionate in Italia e soprattutto all’estero nel campo della moda e della musica parlano per lei, dimostrando che oltre a essere bellissima è anche piena di contenuti. È il caso di dire che il detto popolare “è bella ma non balla” con lei viene completamente sfatato, perché non solo balla, ma canta, suona e nel tempo libero segue la sua passione per l’architettura.

Nata a Kaunas in Lituania ma cresciuta in Svizzera, a Lugano, la pop star internazionale conosciuta per brani come Mais oui mais non e Shanghai, giusto per citarne due, ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo a soli 12 anni, come testimonial del noto brand Lee Jeans. Ovviamente una bellezza come la sua non poteva passare inosservata, soprattutto nei concorsi di bellezza ai quali partecipa e vince, come Miss Teen Svizzera e Miss Muretto nel 2002, diventando la più giovane vincitrice della storia del concorso.

Quando la passione si trasforma in lavoro…

La bella Ginta impegnata a studiare ben 6 lingue quali, italiano, francese, inglese, lituano, russo e tedesco, inizia a coltivare una passione che riuscirà a trasformare in lavoro: la musica. Da questo momento in poi, la sua carriera da musicista e cantante prende il volo in tutto il mondo, arrivando a collaborare anche con programmi importanti, come la versione inglese del talent show X Factor. Il pubblico negli ultimi tempi ha avuto modo di vederla e sentirla cantare nel programma di successo su Canale 5, All Together Now condotto da Michelle Hunziker e J-AX.
Ginta 
con oltre 204 mila follower su Instagram lo scorso mese ha pubblicato una foto in compagnia di due volti noti agli amici di NewsCinema: Andrea Carpinteri e l’attore turco Can Yaman . Scopriamo insieme cosa ci ha raccontato la brava e bella Ginta divisa tra lavoro, passioni e aneddoti su Can Yaman.

1 5b4717465c728

Ginta

L’intervista a Ginta

Leggendo il tuo curriculum davvero sorprendente, la prima cosa che stupisce è il fatto che conosci perfettamente ben sei lingue. Dato il tuo spiccato talento nel riuscire a parlare così tanti idiomi, ce n’è uno che avresti sempre voluto imparare ma al quale hai momentaneamente rinunciato per mancanza di tempo libero?

– Assolutamente si, perché non si smette mai di imparare. Una lingua che sto studiando attualmente in maniera molto leggera è lo spagnolo. Ci metto davvero poco ad imparare lingue nuove, perché interpreto le parole come sonorità. In questo momento, non mi sono fiondata a studiare lo spagnolo con tutta me stessa perché una lingua ha bisogno di tanta pratica per essere tenuta viva. In questo momento i miei progetti sono incentrati soprattutto in Francia e Italia, non avrei modo di praticarla sufficientemente. È una lingua che mi pento di non aver studiato prima, l’avrei forse preferita al tedesco, che non ho mai avuto davvero modo di usare nella mia carriera.

Ascoltando brani come il tuo ultimo successo Shanghai, Mais oui mais non e Cet air la, come mai hai scelto di cantare prevalentemente in francese?

– Il francese a dire la verità non è soltanto una lingua, ma anche un’atmosfera. Dato che sono musicista e cerco sempre di far arrivare delle emozioni alle persone che ascoltano la mia musica, il francese rappresenta ciò che sento di raccontare. Ascoltare un brano è come far partecipare una persona nella trama di un film. Il francese in questo senso per me ne è la colonna sonora perfetta. Ogni lingua nel canto ha una vocalità e un’espressione completamente diverse. Per esempio, in italiano la mia voce sembra più pungente, in francese più sensuale, in inglese più energica. In effetti, quando registro nelle diverse lingue a volte, facendo sentire i provini in Sony Music, a volte non riescono a riconoscermi per quanto la voce e la maniera di interpretare cambiano. Un cantante può trovare davvero tantissime sfaccettature nuove provando a cantare in una lingua diversa. Il francese in questo periodo della mia vita mi rappresenta tantissimo ed è ciò che voglio esprimere a chi mi ascolta.Nulla toglie però all’inglese, che sto sperimentando per i prossimi brani…

Piccolo consiglio: prima di continuare a leggere l’intervista cliccate su ‘play’ e ascoltate il brano Shangaï ….

;

Prima regola: volersi bene, sempre!

La scorsa settimana sei stata protagonista di una diretta sul profilo Instagram di Andrea Carpinteri nella quale vi siete cimentati in una sessione di allenamento fisico da poter fare in casa, viste le misure restrittive imposte dal governo per evitare che i contagiati dal coronavirus possano aumentare. Qual è il rapporto con il tuo corpo e soprattutto vorresti dare dei consigli da seguire alle tue fan?

– Trovo che in periodi come questo bisognerebbe prendersi un pochino più cura di sé stesse e amarsi di più. Per me questo amore si traduce nello stile di vita sano –  mangiare bene e attività sportiva. Lo sporto per me un’abitudine, più che una costrizione – fa stare bene non solo fisicamente, ma col rilascio di endorfine ( ormoni della felicità) anche mentalmente. Questo equilibrio è fondamentale. Inoltre, l’attività cardio è importantissima anche per la musica, che richiede anche una certa preparazione atletica. Per esempio se devo fare un concerto di un’ora, dovrei essere allenata per almeno il doppio, quindi due ore di corsa per non perdere il fiato a metà concerto. Ti ripeto, è diventata proprio uno stile di vita perché sono abbastanza pigra. Nel senso che se non ho un’abitudine, rischio di non fare le cose. La costanza di fare sport tutti i giorni, comunque mi è rimasta da quando ero una teenager e che mi porto dietro da sempre. Tra me e me, è un appuntamento fisso giornaliero, ma alla fine se finisco per allenarmi 5 volte alla settimana, va benissimo lo stesso. Mi limito a fare esercizi semplici e mirati. Se pensate che lo sport sia un’imposizione, una cosa faticosa e fatta forzatamente, cambiate subito!

Come hai detto in diverse occasioni hai debuttato a 12 anni come modella, oggi sei un’artista di fama internazionale. Se avessi l’opportunità di fare un salto temporale nel passato, cosa diresti alla Ginta di 12 anni?

– Sicuramente le direi di farsi meno problemi mentali. Perché alla fine come ogni ragazza, crescendo mi sono portata dietro anche le mie insicurezze, le mie piccole ombre da combattere, i miei piccoli mostri che mi tormentavano sempre. Le direi di fare tutto in maniera più rilassata, perché tanto le cose accadono.

I prossimi progetti per il futuro e gli aneddoti con Can Yaman a Milano

Puoi dirci qualcosa in merito al tuo futuro professionale? E quando il pubblico avrà modo di vederti nuovamente in tv?

– Per quanto riguarda la televisione, non so dire esattamente quando potranno vedermi, data la situazione che stiamo vivendo tutti, quindi ci sono tantissime incertezze nel mondo dello spettacolo. Però posso dirti che sicuramente faccio quello che si può e ti anticipo che tra due settimane verrà pubblicato il mio nuovo singolo che invito tutti ad ascoltare e a vedere sul mio canale ufficiale YouTube.

whatsapp image 2020 03 25 at 01.19.51

Can Yaman, Ginta e Andrea Carpinteri durante il party della MTSZ Style

Lo scorso febbraio, esattamente un mese fa, insieme ad Andrea Carpinteri siete stati ospiti di un party esclusivo della MTSZ Style durante la Milano Fashion Week. In questa occasione ha preso parte l’attore turco Can Yaman. Ti andrebbe di condividere un ricordo, un aneddoto o un momento divertente che avete vissuto insieme durante quell’occasione?

– Can è una persona adorabile in tutti i sensi. È un ragazzo dolcissimo, divertente, ha un senso dell’umorismo spiccato e soprattutto ha un’umiltà unica. Andrea è come se fosse un fratello per me, siamo cresciuti insieme ed è stato veramente un weekend magico. Di aneddoti ce ne sono tantissimi, come le fan che si buttano per terra e che lui va a soccorrere, a chi gli lancia la bambina in braccio per fare la foto, scene veramente da film. Secondo me andrebbe fatta una soap opera o una commedia romantica proprio sulla vita di Can. Sicuramente è stata una delle ultime uscite che abbiamo fatto tutti, sia in Italia, in Svizzera, in Francia e anche in Turchia, perché poi la situazione ci ha portato un pochino a dividerci. Fatto sta, che io ce lo vedo benissimo nella televisione italiana, e voi?

Il mio amore più grande?! Il cinema. Passione che ho voluto approfondire all’università, conseguendo la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale a Salerno. I miei registi preferiti: Stanley Kubrick, Quentin Tarantino e Mario Monicelli. I film di Ferzan Ozpetek e le serie tv turche sono il mio punto debole.

Can Yaman

Bay Yanlış e Lucifer | il successo delle serie tv con Can Yaman e Tom Ellis

Pubblicato

:

ozgurelucifer newscinema compressed

In questa estate particolarmente afosa sul web ci sono due serie tv che stanno attirando l’attenzione del pubblico di tutto il mondo. Nonostante appartengano a Paesi agli antipodi, le serie tv turca Bay Yanlış e la serie tv americana Lucifer, hanno più cose in comune di quanto si possa immaginare. Il successo di questi due prodotti seriali, il primo in onda su Fox Turkiye e il secondo in procinto di approdare con la quinta stagione su Netflix dal 21 agosto, è riscontrabile in alcune similitudini presenti all’interno della loro storia. Questo dimostra solo una cosa, che‘Signor Sbagliato’ è un prodotto perfetto per il mercato internazionale.

Il merito di tutto questo lavoro va soprattutto a un team di lavoratori che non si fermano mai e sono sempre sul set per cercare di dare il meglio di settimana in settimana. Nulla togliere agli altri comparti, ma la regia di Deniz Yorulmazer è il vero fiore all’occhiello della serie, donandole quell’impronta tipicamente americana, facilmente riscontrabile anche in Lucifer. Riprese dall’alto di Istanbul così come Los Angeles, dettagli accattivanti sui volti dei protagonisti e una sensibilità spiccata nelle scene romantiche, attirano il pubblico alla serie, come il miele con le api. Chiusa questa parentesi, entriamo nel vivo di questo connubio tanto strano quanto affine su alcuni punti.

Chi sono i protagonisti delle serie tv Bay Yanlış e Lucifer?

In quanto a sex symbol in entrambe le produzioni, il pubblico non può di certo lamentarsi. Definito con questo appellativo anche dal TG5 in un recente servizio andato in onda qualche sera fa, Can Yaman puntata dopo puntata sta conquistando sempre di più, gli spettatori che in ogni angolo del mondo non si perdono un episodio della ‘turkish dizi’ del cuore. Fresca, dinamica, divertente, vede la sua forza nell’aggettivo reale. Per la prima volta, dopo molto tempo, una serie tv turca ha messo da parte alcuni aspetti e cliché che, per quanto potessero essere belli parlando di romanticismo, al contempo toglievano l’essenza della vita reale, vissuta, non perfetta. Una vita fatta di delusioni, tradimenti ma anche di spensieratezza e gioie nello scoprirsi innamorati non solo da un punto di vista platonico.

coppieyanlislucifer newscinema
Le coppie di Bay Yanlış e Lucifer

Si cambia totalmente musica con Lucifer, serie tv priva delle restrizioni in vigore in Turchia sul senso del pudore e della sessualità esplicita. Grazie all’attore Tom Ellis e al suo inconfondibile accento inglese nella versione originale, è una riuscito a conquistare il pubblico a tal punto da smuovere una sommossa popolare, dopo l’annuncio della FOX di cancellarla. Fortunatamente, tra rivolte social e una petizione condivisa in tutto il mondo, Netflix è arrivata in soccorso, accaparrandosi una delle serie tv di maggior successo degli ultimi anni.

Sorge spontaneo chiedersi, cosa potrebbero avere in comune due serie come Bay Yanlış e Lucifer lontane anni luce per usi, costumi e genere? In realtà più di quanto possiate immaginare. Il segreto è racchiuso nell’animo e nel temperamento degli inafferrabili protagonisti che si dimostrano essere più sensibili di quanto si possa immaginare, nonostante l’apparenza.

Quali sono i punti in comune tra Özgür e Lucifer?

Entrambi dotati di una forte sicurezza, soprattutto in fatto di donne, in realtà dimostrano di avere due punti deboli che portano rispettivamente il nome di Ezgi per Özgür e di Chloe Decker per Lucifer. Perfetti nel consigliare amici e parenti su quali tattiche dover applicare nelle relazioni interpersonali, spavaldi come pochi, in realtà basta incrociare lo sguardo delle loro ragazze per perdere la lucidità.

Il trentenne turco Özgür Atasoy è il proprietario del bar e ristorante La Gabbia a Istanbul. Musicista, dj, barman e inedito ballerino di tango, il ragazzo è noto alla cronaca per essere un Bay Yanlış ovvero Signor Sbagliato. Un uomo dal quale tenersi alla larga, che pensa al divertimento in tutte le sue sfaccettature e non vuole sentire pronunciare la parola amore, mai. Bello, ricco, scaltro, allergico alle storie che durano più di una notte, preferisce non legarsi a nessuno, per rispettare il significato del suo nome in turco: libero. Fin quando non incontra sul suo cammino, Ezgi Inal (Özge Gürel) che sconvolgerà tutti i suoi piani e farà vacillare tutte le sue sicurezze.

ezgi newscinema compressed
Ezgi Inal e Chloe Decker

Lucifer Morningstar conosciuto anche come il Diavolo è arrivato a Los Angeles per vivere una vita ‘normale’ e lontano dalla sua ingombrante famiglia e soprattutto per prendersi una pausa come guardiano nel mondo degli Inferi. Lucifer è il proprietario di un bar e ristorante chiamato Lux, punto di riferimento della città, dato il suo essere così eccentrico e sempre pronto a essere al centro dell’attenzione. Tra le sue doti spiccano il canto, il ballo e metodi di persuasione nei confronti di tutte le persone, che sono pronte a scendere a patti con lui pur di avere dei desideri avverati. Quando pensava di essere imbattibile, nella sua vita è arrivata la giovane mamma e detective: Chloe Decker (Lauren German).

I confidenti dei protagonisti di Bay Yanlış e Lucifer

Özgür riesce a trovare una valida spalla con il quale potersi sfogare (seppur in maniera ancora frenata, a causa dell’orgoglio) nell’amico e chef del ristorante, Ozan Dinçer (Serkay Tütüncü). Grazie alla sua dolcezza e alla convinzione che l’amore vero esiste, riesce a far prendere coscienza all’amico che il suo interesse nei confronti di Ezgi nasconde un sentimento ben più forte e mai provato prima.

serkaytutuncu newscinema compressed
Ozan Dinçer e Linda Martin

Lucifer dal canto suo, si affida alla psichiatra Linda Martin (Rachael Harris) con la quale riesce a esternare per la prima volta una sensazione mai provata prima e che banalmente viene definita con la parola: “innamorato.” Un’inedita sfaccettatura delle loro vite che li porterà a essere spaventati e (stranamente) insicuri. Saranno soprattutto le loro teste inizialmente a risentirne, perchè affollate da domande alle quali sembra difficile trovare una risposta distaccata. Ma d’altronde, quando si parla di amore è (quasi sempre) impossibile far convivere anche la logica.

Omnia vincit amor et nos cedamus amori

L’amore vince tutto, arrendiamoci anche noi all’amore. Con questa locuzione latina di Virgilio, vorrei introdurvi nel cuore di questo articolo: l’amore.

Il bell’Atasoy, ignaro di quello che inizierà a provare per Ezgi, deciderà di stringere un accordo con lei, in cambio di un favore personale: fingersi la sua fidanzata al matrimonio della sorella in cambio di alcune lezioni per conquistare il cuore del ginecologo Serdar Oztürk (Sarp Can Köroğlu). Dopo un’iniziale freddezza nei suoi confronti, Özgür si rende conto (con estrema fatica ad ammetterlo a se stesso) che in lei c’è qualcosa di diverso rispetto alle tante ragazze sedotte e abbandonate nel corso della sua vita.

serdar pierce newscinema
Serdar Oztürk e Marcus Pierce

L’elegantissimo Lucifer, incontra casualmente la detective degli omicidi al Lux, a causa di una sparatoria avvenuta nel suo locale. Da quel momento, i due inizieranno un rapporto prettamente professionale, facendo collaborare Morningstar come consulente esterno alla LAPD. Caso dopo caso, sarà proprio lui a rendersi conto che qualcosa di nuovo e strano è scattato, nei confronti della bella Chloe.

La gelosia, il mostro dagli occhi verdi

Nella celebre tragedia di William Shakespeare, Otello, la gelosia veniva rappresentata come “un mostro dagli occhi verdi che dileggia la carne di cui si nutre’. Non è poi così lontano il pensiero che accomuna Özgür e Lucifer.
“Se trascuri qualcosa o qualcuno, non stupirti se diventa di qualcun altro”. Il comportamento reticente di entrambi, li porta a provare un nuovo sentimento: la paura. Entrambi determinati a far prevalere l’orgoglio, stanno correndo il rischio di vedere la persona amata ( o presumibilmente amata) andare nelle braccia di qualcun altro, che la sappia valorizzare come merita.

Il matrimonio della sorella Ebru, mette a dura prova Özgür, quando scopre che tra gli invitati dello sposo c’è proprio il giovane medico. La preoccupazione di mantenere reale il finto fidanzamento agli occhi delle famiglie sembra essere l’unico motivo di una strana preoccupazione e gelosia dimostrata nei confronti della ragazza. Goccia che ha fatto traboccare il vaso, vederla ballare un lento con Serdar. Determinato a portarla via dal medico, ‘per salvare le apparenze’, in realtà darà vita a una ramanzina che profuma di scenata di gelosia.

Tornati a Istanbul, ecco che i nodi vengono al pettine. Adesso che l’accordo è concluso, Ezgi non solo inizierà a lavorare nel locale del suo vicino di casa ma sarà anche libera di uscire con il dottore. Questa condizione rende particolarmente nervoso e insofferente il barman, pensando che i due possano condividere una serata da soli a ridere e scherzare, come era solita fare con lui, dal primo giorno.

Lucifer dopo aver trovato finalmente il coraggio di esternare i propri sentimenti d’amore per la detective, dovrà fare i conti con un rivale inaspettato. Il tenente del LAPD, Marcus Pierce (Tom Welling) capo del dipartimento dove lavorano Lucifer e Chloe arriva a Los Angeles per motivo di cui non parlerò per non fare spoiler. Per la prima volta, la detective metterà in discussione il sentimento per il suo demioniaco partner, a favore di una storia più chiara, priva di bugie e mezze verità. Tuttavia vederli ridere, scherzare, andare via in moto insieme, sarà lo schiaffo più potente che il Diavolo possa aver mai ricevuto in tutta la sua vita, scatenando in lui una forte gelosia.

Il terzo in comodo veste di rosa…

Potevano mai mancare la rivali femminili in Bay Yanlış e Lucifer? Coloro che nonostante la verità sia davanti agli occhi di tutti, continuano imperterrite, nella lotta per la conquista del cuore del bel protagonista creando solo disagi e dissapori? Ovviamente no.

La responsabile dell’appellativo di Bay Yanlış al giovane ristoratore è stata la giornalista Yeşim Oztürk (Ecem Karavus) sorella di Serdar ed ex conquista di una notte. L’insistente a vicinanza della ragazza porta a vacillare il ragazzo, il quale è preoccupato per la serata che la sua vicina di casa sta trascorrendo con Serdar. Ezgi tornata a casa prima, dopo essere andata a cena con i genitori e non con il medico, sarà testimone di un momento che avrebbe preferito evitare. In quel preciso istante, starà a lei capire se far prevalere il cuore o la mente.

ozguryesim newscinema compressed
Özgür e Yesim Eve e Lucifer

“Il primo amore del Diavolo, non si scorda mai”. Lo sa bene Lucifer, quando una sera al Lux, si imbatte in una bellissima ragazza dai capelli neri vestita di bianco. Nonostante l’alcol e le luci a intermittenza, capisce che davanti a lei c’è Eve (Inbar Lavi), arrivata a Los Angeles per ritrovare il suo ex amore. Le tensioni non mancheranno con Chloe, la quale dopo l’esperienza con Marcus Pierce, era convinta che fosse arrivato il momento di dare una chance a Lucifer.

A questo punto, non ci resta che aspettare il 21 agosto per poter vedere la quinta stagione di Lucifer su Netflix con Tom Ellis e Lauren German. E ricordarvi che ogni venerdì su Fox Turkiye alle ore 19.00 ci sarà il riassunto dell’episodio precedente e alle 20.00 la nuova puntata della serie Bay Yanlış con Can Yaman e Özge Gürel.

Continua a leggere

Can Yaman

Bay Yanlış | il primo episodio con Can Yaman e Özge Gürel [Recensione]

Pubblicato

:

Bay Yanlış

Credo che Il Signore degli Anelli: “Il ritorno del Re” sia il titolo perfetto per celebrare il ritorno di Can Yaman in una serie tv. Per chi ha avuto modo di seguire le vicissitudini mediatiche che hanno travolto l’attore turco nell’ultima parte del 2019 sicuramente si troverà d’accordo con alcune considerazioni che troverà nel corso della recensione. Prima che qualcuno possa pensare che questa precisazione possa essere fuori luogo, in realtà, ciò che è andato in onda ieri sera con il primo episodio di Bay Yanlış ha dei punti che meritano una particolare attenzione. In attesa dei sottotitoli in italiano caricati dalla Fox su YouTube potrete leggere tutto quello che è accaduto durante l’episodio. Buona lettura!

Bay Yanlış | Buona la prima!

A partire dalle prime immagini del promo e da alcune indiscrezioni inerenti la trama, avevo intuito che per la prima volta una serie tv made in Turkiye avrebbe offerto ai suoi spettatori un prodotto molto diverso rispetto al passato. E così è stato. Bay Yanlış guidato dall’attore del momento Can Yaman e dalla bravissima Özge Gürel ha portato sul piccolo schermo una ventata di novità, come non si sentiva da molto tempo.

La sceneggiatura scritta da Asli e Banu Zengin è curata nei minimi dettagli. Gli ingranaggi funzionano senza intoppi e rendono scorrevolissime le 2 ore di messa in onda senza pause pubblicitarie. La percezione e il modo con il quale hanno voluto mettere sullo stesso piano la donna e l’uomo, è la prima grande novità di questo progetto prodotto da Faruk Turgut della Gold Film. Addio ai soliti clichè, visti e stravisti, del protagonista in veste di capo dell’azienda e della sua futura fidanzata o moglie, impiegata come assistente o segretaria.

La regia curata da Deniz Yorulmazer in maniera perfetta, dinamica, scattante e coinvolgente, dimostra che Bay Yanlış è stata confezionata per essere venduta all’estero fin da subito. A dire il vero non ha niente da invidiare a quella Hollywoodiana, che in certi momenti è riscontrabile soprattutto con le riprese dall’alto attraverso i droni e le corse in macchina di Özgür.
La veridicità con le quali sono state affrontate le vicende dei protagonisti è la chiave vincente del primo episodio secondo il mio modesto parere. Aver avuto l’impressione di vedere dei frammenti di vita di due persone reali piuttosto che di due personaggi costruiti a tavolino, hanno reso tutto ancora più speciale. Queste considerazioni devono ovviamente essere applicate al contesto culturale turco. Chi non ha mai visto delle serie tv turche difficilmente comprenderà l’importanza di questi cambiamenti.

canozge

Can Yaman e Özge Gürel, squadra vincente non si cambia!

Potrei stare molto tempo a parlare del cast, scelto in maniera minuziosa e con caratteristiche fisiche che rispecchiano le caratteriali, ma per il momento mi focalizzerò su Can Yaman e Özge Gürel e il loro grande ritorno. Se con Bitter Sweet siete rimasti affascinati dalla coppia Ferit e Nazli, sicuramente con Özgür ed Ezgi avrete tutto un altro tipo di sensazione. È palpabile sin dalle prime scene che professionalmente parlando, i due attori sono maturati in maniera esponenziale. Non hanno paura di giocare con il loro corpo, con la mimica facciale e soprattutto sono riusciti a ricostruire quella complicità che avevano avuto ai tempi di Dolunay.

La dolcezza della Gürel e le continue disavventure che le capitano in amore e nel lavoro, portano lo spettatore a volerle dare una carezza e una spalla sulla quale poter piangere. Non mancano i momenti nei quali poter ridere in coppia con Yaman, il quale si è dimostrato essere anche un attore particolarmente affine ai ruoli comici. Sicuramente, ci saranno diverse occasioni nelle quali entrambi dimostreranno che nonostante le differenze, l’amore sarà capace di renderli complementari.

whatsapp image 2020 06 26 at 19.35.29

Can Yaman tra realtà e finzione

Latin Lover incallito, che cambia ragazza con la stessa frequenza con la quale cambia le sue amate canottiere, Yaman si è dimostrato essere perfettamente a suo agio con questo ruolo che sembra essergli stato cucito addosso. Non pensate anche voi, che la maggior parte delle situazioni mostrate durante l’episodio si rifacciano ad alcuni momenti vissuti realmente dall’attore turco negli scorsi mesi? Qualche esempio? La scena nella quale prende il sole nella terrazza del suo lussuosissimo appartamento è un chiaro omaggio alla foto scattata a Napoli la scorsa estate, rimossa da Instagram perché considerata ‘porno’ a seguito di diverse segnalazioni da parte di persone che invece di lavorare sul loro aspetto fisico hanno pensato bene di screditare chi ha lavorato duramente per anni per ottenerlo.

Un altro tassello che merita di essere citato, è l’argomento ‘libido’ sulla quale per mesi si è parlato senza cognizione di causa ma solo in nome di un pudore che magicamente scompare di fronte al film 365 giorni on Michele Morrone, tanto da essere al primo posto tra i film più visti in Turchia. Davvero curioso tutto questo. Il personaggio di Özgür racconta semplicemente quello che avviene nella vita reale di chi è un bellissimo ragazzo a prescindere dal grado di popolarità. Ammettiamolo, se Can Yaman fosse un impiegato qualunque, un macellaio o un postino, tutte si fermerebbero a guardarlo per il suo aspetto esteriore e rimarrebbero felicemente sorprese, nello scoprire che la materia grigia nel suo cervello è direttamente proporzionale ai suoi muscoli.

whatsapp image 2020 06 27 at 03.08.10

Cosa è accaduto nel primo episodio di Bay Yanlış con Can Yaman e Özge Gürel?

La meravigliosa metropoli di Istanbul, quella dove il rosso del tramonto si bacia con il blu del mare, è la città che farà incontrare, pardon, scontrare i due protagonisti. Ezgi Inal è una dolce ragazza profondamente innamorata del suo fidanzato Soner Seckin, con il quale convive da tre anni. In occasione del compleanno del ragazzo, Ezgi decide di organizzare una festa a sorpresa addobbando il loro nido d’amore con festoni e preparando manicaretti per gli invitati. Peccato che la sorpresa, sarà proprio lei a riceverla, visto che Soner ‘lo schifoso’ si presenta a casa con la sua amante.

Özgür Atasoy, bello, proprietario di un ristorante e bar molto cool di Istanbul, nel suo locale si divide tra il bancone dei cocktail e la consolle da dj con il quale anima le serate dei suoi clienti e individua la preda da portare a casa. Profondamente allergico alle relazioni serie, pur di far andare via le ragazze conquistate la sera prima è pronto a inventare qualsiasi scusa. Unica presenza fissa nella sua vita, il suo adorabile Australian Shepherd,Tesla.

whatsapp image 2020 06 27 at 03.16.12

Bay Yanlış | Le continue delusioni di Ezgi

Costretta a prendere un taxi per andare a lavoro, casualmente, si imbatte in Özgür salito a bordo della vettura, convinto che fosse vuoto. Dopo alcuni botta e risposta, i due convinti che non si vedranno più divideranno la corsa. Ecco pronta l’ennesima batosta per la povera Ezgi. A lavoro, la tanto sospirata promozione che aspettava da tempo è andata a un’altra ragazza dell’ufficio, portando il suo capo addirittura a licenziarla. Camminando con lo scatolone pieno di oggetti personali e dopo aver ricevuto la chiamata dell’ex fidanzato che le pregava di lasciare la loro casa, viene investita da una macchina. Ed ecco che forse la vita ha iniziato a sorriderle nuovamente,visto che il colpevole dell’incidente è l’affascinante dottore Serdar Öztürk.

Accorse al capezzale di Ezgi, la cugina Cansu Akman, responsabile della comunicazione dell’ospedale nella quale si trova e la migliore amica avvocato Deniz Koparan. Entrambe, dopo essersi rese conto dell’interesse reciproco tra i due, decidono di spingere Ezgi a frequentare un ‘signore giusto’ come lui ed evitare categoricamente l’ennesimo ‘signor sbagliato’.

Leggi anche: Bay Yanlış | il trailer in italiano della nuova serie con Can Yaman e Özge Gürel

whatsapp image 2020 06 27 at 03.08.12

Bay Yanlış | Il bacio inaspettato tra Özgür ed Ezgi

Per trascorrere una serata spensierate decidono di trascorrere una serata in un noto locale di Istanbul, “La Gabbia” . A causa di impegni improvvisi nessuna si presenta all’appuntamento, lasciando Ezgi da sola ad assistere a uno spettacolo atroce: la proposta di matrimonio del suo ex fidanzato all’attuale ragazza dopo 3 mesi. Distrutta più che mai e costretta a lasciare il tavolo, va verso il bancone dove trova proprio Özgür in veste di barman. Tra un drink e un altro, sarà proprio lui a prendersi cura della povera ragazza. Dopo un fugace bacio dato da Ezgi in un momento di sconforto a seguito di due o tre apprezzamenti gentili di lui, finiscono per addormentarsi. Terminata la doccia, per la prima volta, avviene qualcosa di insolito: non solo lei se ne va prima che si possano dire ‘buongiorno’, ma lui ci resta male per il suo comportamento, tanto da dire ‘non ha detto neanche grazie’.

whatsapp image 2020 06 27 at 03.08.11

Bay Yanlış | L’intervista al ‘Signor Sbagliato’

Intanto, Özgür viene intervistato da una giornalista che vuole dedicargli una copertina e un articolo incentrato sul segreto del suo successo tra carriera e vita privata, intitolandolo ” Bay Mükemmel” ovvero Signor Meraviglioso. Dopo aver trascorso la serata, al risveglio il bel ristoratore ha solo un pensiero in testa: far uscire di casa prima di subito la giornalista. Ed è qui, che avviene il punto di non ritorno. Impossibilitato ad aprire la porta di casa, la ragazza decide di andare lei, senza sapere di trovarsi di fronte, un’ennesima vittima del bell’Atasoy. Cacciata di casa dalla rivale con addosso solo la canottiera del ragazzo, per vendicarsi del trattamento ricevuto, decide di cambiare il titolo del pezzo in “Bay Yanlış” ovvero Signor Sbagliato.

Leggi anche: Can Yaman: le similitudini tra la storia di Hercules e la vita dell’attore turco

whatsapp image 2020 06 27 at 05.08.49

Bay Yanlış | Le prima presentazione ufficiale

Özgür con soli i jeans addosso si rifugia nella casa accanto, dove scopre che la sua vicina, è proprio Ezgi. Implorandola di aiutarlo in quella situazione imbarazzante, i due iniziano a parlare, nonostante siano due persone caratterialmente completamente diverse, opposte. La sera tra una soda e quattro chiacchiere avviene la prima vera presentazione ufficiale. La cugina e l’amica terrorizzate  la mettono in guardia, esortandola a stare alla larga dal Signor Sbagliato e a concentrarsi sul dottore.

Cansu decide per questo motivo di portare la cugina a un ricevimento al quale avrebbero partecipato tutti i medici dell’ospedale. Fasciata in un bellissimo abito rosso, Ezgi in attesa dell’ascensore sorprende favorevolmente anche Özgür uscito fuori di casa con l’asciugamano per controllare come mai fosse finita l’acqua nella doccia. Il party iniziato discretamente bene, alla fine si rivelerà – momentaneamente – un buco nell’acqua.

Leggi anche: Can Yaman: l’invisibile e inconsapevole ‘fil rouge’ che colora la sua vita

whatsapp image 2020 06 27 at 03.16.51

Bay Yanlış | L’insolito patto tra Özgür ed Ezgi

Özgür intanto riceve l’ennesima telefonata da parte della madre, apprensiva più che mai per la vita troppo libertina che conduce il figlio. Tanto è il suo dispiacere da incolparsi per avergli scelto un nome che ha seguito alla lettera: Özgür vuol dire libero. Dopo aver letto l’articolo uscito su di lui, si fa sempre più insistente la richiesta della mamma di diventare nonna e di vederlo sposato. Il ragazzo per prendere tempo e tranquillizzarla le dice che verrà al matrimonio e non sarà solo…

Tornata a casa e ormai convinta che morirà da sola, decide di andare a trovare Özgür e Tesla. Dopo aver ricevuto una pallina in testa, per errore, i due a grande sorpresa stringeranno un patto. Özgür sarà il suo maestro nell’arte della seduzione per cercare di conquistare il suo bel dottorino. Ezgi invece dovrà fingere di essere la sua fidanzata durante il matrimonio, tranquillizzando di conseguenza la madre.

Bay Yanlış | Il trailer del secondo episodio

Cosa accadrà adesso tra i due vicini di casa? Come penseranno di mettere in pratica i rispettivi insegnamenti? Riuscirà Özgür a rendere più sicura Ezgi e riuscire a conquistare il bel dottore? Ma soprattutto lui riuscirà ad approcciarsi leggermente più aperto all’amore visto che a breve dovrà fingere di essere fidanzato con lei? Per scoprirlo vi ricordiamo, che il prossimo appuntamento è per venerdì 4 luglio alle 19.00 sul canale Fox Turkiye.

Continua a leggere

Can Yaman

Daydreamer | Demet Özdemir, la donna bambina che ha conquistato l’Italia

Pubblicato

:

Demet Özdemir

Era il 1983 quando in Italia, un gruppo musicale bolognese in occasione dell’uscita del film Acqua e Sapone diretto da Carlo Verdone, rilasciò nel mercato discografico nostrano il brano Acqua e sapone (Cliccate se volete ascoltarlo). Sebbene la protagonista di questo articolo sia nata nove anni dopo, in alcune strofe si riesce a rintracciare la vera essenza di questa ‘donna bambina’ che ha saputo mantenere una dolcezza, purezza e allo stesso tempo determinazione in tutto ciò che fa. Quando ho pensato di scrivere un articolo dedicato a Demet Özdemir non volevo parlare della sua vita come avrebbero potuto fare altri colleghi, ma volevo creare qualcosa di diverso per una donna speciale e che sa farsi voler bene.

In ogni paragrafo (o quasi), troverete un pezzetto della canzone sopracitata, che vi aiuterà a capire chi è l’attrice turca  che dal 10 giugno ( per alcune fan da molto più tempo) è riuscita a conquistare il cuore degli italiani e delle italiane con la serie tv Daydreamer – Le ali del sogno in onda alle 14.45 su Canale 5.

baby demet

Demet Özdemir

Una bambina diventata donna in fretta

“È strepitosa, Donna bambina, Donna vedrai bambina se lo sai, Meravigliosa”.

Il concetto espresso in queste poche parole tratte dall’incipit della canzone degli Stadio, rappresentano il pensiero che i sostenitori di tutto il mondo pensano di lei.

Demet Özdemir nata a il 26 febbraio 1992 a Izmit (Turchia) ha origini bulgare, da parte di nonna. Cresciuta con la mamma Aysen e i fratelli Volkan e Derya, dopo la difficile separazione dei suoi genitori quando aveva 7 anni, non ha avuto modo di avere una figura paterna presente nella sua vita, focalizzando tutta l’attenzione sul fratello maggiore. Nonostante il suo desiderio fosse quello di diventare avvocato, in realtà il suo primo amore è la danza. Dopo aver prestato il suo talento di ballerina per diversi videoclip di cantanti turchi molto famosi, la dolce Demet intraprese ufficialmente la carriera di attrice nel 2013 con la prima serie Sana Bir Sır Vereceğim per Fox Türkiye.

Arriva il 2014, anno di svolta per Demet che riesce a prendere parta a una serie tv e un film nello stesso anno. La prima ambientata nel 1915 con il personaggio di Ayla, in Kurt Seyit ve Şura. Subito dopo, viene scelta per il film Tut Sözünü nel ruolo di Demet. Giovanissima, a tratti fin troppo ingenua nel 2015 è il personaggio di Aslı interpretato per la serie Çilek Kokusu (Profumo di fragole), giovane pasticceria contesa tra due cugini, che la porta a essere apprezzata ancora di più dal pubblico.

demet e ibrahim

Demet Özdemir e Ibrahim Çelikkol in Doğduğun Ev Kaderindir

È nata una stella a Istanbul

Il cambiamento dal punto di vista recitativo della Özdemir esplode tra il 2016 e il 2017 con la commedia romantica No: 309, nella quale interpreta la bella Lale, rimasta incinta dopo una notte di passione con l’affascinante Onur ( Furkan Palalı) dopo una notte in discoteca.

E poi, ecco il momento d’oro della sua carriera: Erkenci Kuş, che ormai voi tutti conoscete come Daydreamer – Le ali del sogno che l’ha vista brillare in coppia con l’attore Can Yaman. La timida, impacciata, ingenua Sanem è il personaggio che più di altri è entrato nel cuore di chi ha avuto modo di vedere la serie in contemporanea con la messa in onda turca.

Oggi invece, la troviamo protagonista di una serie drammatica intitolata Doğduğun Ev Kaderindir (titolo internazionale My Home My Destiny) insieme al bravissimo İbrahim Çelikkol. Un banco di prova per l’attrice, che per la prima volta si cimenta con una storia molto forte, ispirata a una storia realmente accaduta. A tal proposito, vi ricordo che a partire da fine giugno, primi di luglio, l’attrice tornerà sul set per girare gli ultimi 4 o 5 episodi per il finale di stagione e dare l’appuntamento con la seconda serie per settembre.

demet sanem

Demet Özdemir

Gli occhi sono lo specchio dell’anima

L’innegabile bellezza esteriore di Demet è sotto gli occhi di tutti, ma in tutta questa meraviglia, c’è una cosa che la rende più speciale: lo sguardo. La frase “ridere con gli occhi” è ciò che le si addice e uno dei suoi punti di forza che utilizza anche nel suo lavoro, bucando letteralmente lo schermo, rendendo tutto ancora più speciale. Per chi ha seguito nella versione turca, Erkenci Kuş (Daydreamer – Le ali del sogno) il ruolo di Sanem Aydın è un personaggio che le ha dato tanto e al quale lei ha dato tanto.

In questa commedia romantica l’evoluzione del suo personaggio a partire dal primo episodio, fino all’ultimo ( con particolare attenzione per quelli che vanno dal numero 40 al 51°) dimostra che di talento ne ha da vendere. Non è un’impresa facile trovare un’attrice che renda superfluo l’utilizzo di battute per esprimere un’emozione – positiva o negativa che sia – lasciando la ‘parola silenziosa’ solo ai suoi occhi.

È pur vero però, che di fondamentale importanza è avere anche un partner lavorativo con ti possa sostenere in tutto questo, e a dire il vero, Demet è stata molto fortunata nel trovare un valido attore come Can Yaman. Credibilità e naturalezza soprattutto nelle scene di improvvisazione vi faranno innamorare ancora di più di questa coppia che sta infuocando la televisione italiana.

demo beneficenza

Il punto debole di Demet Özdemir: animali e bambini

Il filosofo tedesco Immanuel Kant diceva: Possiamo giudicare il cuore di un uomo dal modo in cui tratta gli animali”.

Se dovessimo prendere alla lettera questo aforisma, sicuramente quello di Demet è puro come un diamante. Al di là del suo lavoro di attrice, è spesso al centro dell’attenzione per condividere attraverso i social delle iniziative benefiche riguardanti animali randagi che hanno bisogno di qualsiasi tipo di aiuto e che purtroppo non hanno una famiglia che li possa accogliere.

Il secondo punto debole invece sono i ‘bambini’, argomento che ricorre spesso parlando di lei, ma non per motivi legati alla vita privata, ma per un altro motivo che le rende onore. Sapendo l’affetto dei suoi fan, in occasione del suo 28° compleanno ha pensato di dirottare qualsiasi tipo di regali a favore di un’associazione benefica scrivendo questo messaggio:
“Non desidero regali o organizzazioni da parte della mia famiglia e dei miei amici per il mio compleanno di febbraio. Invece, aspetto le vostre donazioni per la mia campagna per la Fondazione Koruncuk. Il mio sogno è poter sostenere il futuro delle ragazze, la cui vita scolastica è a rischio, fate  donazioni senza dire niente, grandi e piccole che siano”.
Questa è solo una delle tante raccolte fondi che hanno visto il suo nome tra le promotrici.

demet sera 0

Demet Özdemir

Demet Özdemir, la dancing queen di Istanbul

“Di notte poi si trucca, lo sai e tutta la città impazzisce. Ormai si parla solo di lei della bambina che stupisce.”

Una bellezza ‘acqua e sapone’ (ecco che il titolo della canzone ritorna prepotentemente) non avrebbe bisogno di truccarsi, ma in alcune situazioni è necessario solo per esaltare ancora di più il suo fascino. Il perfetto connubio tra la purezza di una bambina e la sicurezza tipica di una donna che sa quello che vuole, ha contribuito a renderla una vera icona di stile e modello per tantissime ragazze che la seguono con profonda ammirazione.

La Özdemir oltre a essere tra le attrici più richieste del momento con i suoi 9.7 milioni di follower su Instagram e oltre 620 mila su Twitter è stata le copertine di molte riviste prestigiose in Turchia quali In Style Turkiye e L’Officiel Turkiye. Ad aggiungere altro prestigio alla carriera della ventottenne, la nomina come Brand Ambassador di Pantene Turkiye, avvenuta lo scorso 13 novembre alla presenza della stampa.

La dancing queen, titolo che le si addice visto che il fandom che la sostiene la chiama “Kraliçe” ovvero “Regina” in turco, unita alla sua passione per la danza, nelle occasioni mondane alle quali ha presenziato negli ultimi anni si è particolarmente distinta per aver avuto sempre un look impeccabile curato dall’amico stilista Mustafa Rutkay Özis, con il quale ha condiviso anche le vacanze estive a Bodrum fino a qualche giorno fa, in attesa di tornare a lavoro nei panni di Zeynep.

daydreamer newscinema

Can Yaman e Demet Özdemir in Daydreamer – Le ali del sogno

L’Italia è innamorata di Sanem Aydın

“Stupisce con la semplicità, di una malizia che non nasce… Non nasce dalla volgarità ma da un’adolescenza che fiorisce!”

“Era solo questione di tempo”, una frase tornata spesso tra i commenti delle persone che hanno avuto modo di seguire la serie tv con protagonista Demet dal 2018 sul canale turco Star Tv. Chiunque abbia l’opportunità di vederla recitare, sia che si tratti di una commedia come di un ruolo drammatico, non può far a meno di restarne ammaliato. A dimostrare quanto l’Italia sia rimasta completamente folgorata da lei, gli hashtag Sanem Aydın e Demet Ozdemir sempre in ottime posizioni nella lista Trend Topic su Twitter. Senza contare, i dati Auditel giornalieri che oscillano intorno al 19% e una media di spettatori intorno ai 2 milioni e mezzo.

Magari proprio in virtù di questi numeri straordinari, il pubblico attraverso i social sta chiedendo a gran voce che gli episodi durino di più, a favore di una serie tv nuova, fresca e amata invece di riproporre serie già viste e riviste. Al di là delle decisioni che la rete prenderà, un dato è certo, più andrà avanti la storia tra Sanem e Can, con tutti gli intrighi, i segreti, le gelosie e i momenti romantici e più il pubblico italiano non potrà più farne a meno.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Popolari

X