Connettiti a NewsCinema!

Festival

Golden Globes 2015: tutte le nomination

Pubblicato

:

golden-globe-statue-AP

Poche ore fa in diretta da Los Angeles, Kate Beckinsale, Peter Krause, Paula Patton e altre star hanno annunciato le nomination ufficiali della 72° edizione dei Golden Globes, la cui cerimonia di premiazione si svolgerà il prossimo 11 Gennaio 2015 presso il Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills e in onda sulle reti NBC. La serata sarà presentata per il terzo anno dal simpatico duo composta da Tina Fey e Amy Porhler. Che vinca il migliore!

BEST MOTION PICTURE – DRAMA

Boyhood (IFC Films)
Foxcatcher (Sony Pictures Classics)
The Imitation Game (The Weinstein Company)
Selma (Paramount Pictures)
The Theory of Everything (Focus Features)

BEST PERFORMANCE BY AN ACTRESS IN A MOTION PICTURE – DRAMA

Jennifer Aniston – Cake
Felicity Jones – The Theory of Everything
Julianne Moore – Still Alice
Rosamund Pike – Gone Girl (20th Century Fox)
Reese Witherspoon – Wild (Fox Searchlight)

BEST PERFORMANCE BY AN ACTOR IN A MOTION PICTURE – DRAMA

Steve Carell – Foxcatcher
Benedict Cumberbatch – The Imitation Game 
Jake Gyllenhaal – Nightcrawler 
David Oyelowo – Selma 
Eddie Redmayne – The Theory of Everything 

BEST MOTION PICTURE – COMEDY OR MUSICAL

Birdman (Fox Searchlight)
The Grand Budapest Hotel 
(Fox Searchlight)
Into the Woods (Walt Disney Pictures)
Pride (CBS Films)
St. Vincent (The Weinstein Company)

BEST PERFORMANCE BY AN ACTRESS IN A MOTION PICTURE – COMEDY OR MUSICAL

Amy Adams – Big Eyes
Emily Blunt –  Into the Woods
Helen Mirren – Hundred Foot Journey
Julianna Moore – Maps to the Stars
Qhvenzhane Wallis – Annie

BEST PERFORMANCE BY AN ACTOR IN A MOTION PICTURE – COMEDY OR MUSICAL

Ralph Fiennes – The Grand Budapest Hotel 
Michael Keaton – Birdman
Bill Murray – St. Vincent
Joaquin Phoenix – Inherent Vice
Christoph Waltz – Big Eyes

BEST ANIMATED FEATURE FILM

Big Hero Six 
(Walt Disney Pictures)
The Book of Life (20th Century Fox)
The Boxtrolls (Focus Features)
How to Train a Dragon 2 (DreamWorks Animation)
The LEGO Movie (Warner Bros. Pictures)

BEST FOREIGN LANGUAGE FILM 

Force Majeure  – Sweden (Magnolia Pictures)
Gett: The Trial of Vivianne – Israel (Music Box Films)
Ida  – Poland (Music Box Films)
Leviathan – Russia (Sony Pictures Classics)
Tangerines Mandariinid – Estonia

BEST PERFORMANCE BY AN ACTRESS IN A SUPPORTING ROLE IN A MOTION PICTURE

Patricia Arquette – Boyhood
Jessica Chastain – A Most Violent Year
Keira Knightley – The Imitation Game
Emma Stone – Birdman
Meryl Streep – Into the Woods

BEST PERFORMANCE BY AN ACTOR IN A SUPPORTING ROLE IN A MOTION PICTURE

Robert Duvall – The Judge
Ethan Hawke – Boyhood
Edward Norton – Birdman
Mark Ruffalo – Foxcatcher
J.K. Simmons – Whiplash 

BEST DIRECTOR – MOTION PICTURE

Wes Anderson – The Grand Budapest Hotel
Ava Duvernay – Selma
David Fincher – Gone Girl
Alejandro Gonzalez Inarritu – Birdman 
Richard Linklater – Boyhood

BEST SCREENPLAY –MOTION PICTURE

Wes Anderson – The Grand Budapest Hotel
Gillian Flynn – Gone Girl
Alejandro Inarritu, Nicolas Gabon, Armando Bo, Alexander Dinelaris – Birdman 
Richard Linklater – Boyhood
Graham Moore – The Imitation Game

BEST ORIGINAL SCORE – MOTION PICTURE

Alexander Desplat – The Imitation Game
Johann Johannsoon – The Theory of Everything
Trent Reznor, Atticus Ross – Gone Girl
Antonio Sanchez – Birdman
Hans Zimmer – Interstellar

BEST ORIGINAL SONG – MOTION PICTURE

“Big Eyes” – Big Eyes
Music and Lyrics by Lana Del Rey
“Glory” – Selma
Music and Lyrics by John Legends, Common
“Mercy Is” – Noah
Music and Lyrics by Patti Smith, Lenny Kaye
“Opportunity – Annie
Music and Lyrics by Greg Kurstin, Sia Furler, Will Gluck
“Yellow Flicker Beat” – The Hunger Games: Mockingjay – Part
Music and Lyrics by Lorde

BEST TELEVISION SERIES – DRAMA

“The Affair” (Showtime)
“Downton Abbey” (PBS)
“Game of Thrones” (HBO)
“The Good Wife” (CBS)
“House of Cards” (Netflix)

BEST PERFORMANCE BY AN ACTRESS IN A TELEVISION SERIES – DRAMA
Claire Danes – “Homeland”
Viola Davis – “How to Get Away with Murder”
Juliana Margulies – “The Good Wife”
Ruth Wilson – “The Affair”
Robin Wright – “House of Cards”

BEST PERFORMANCE BY AN ACTOR IN A TELEVISION SERIES – DRAMA

Clive Owen – “The Knick”
Liev Schreiber – “Ray Donovan”
Kevin Spacey – “House of Cards”
James Spader – “The Blacklist”
Dominic West – “The Affair”

BEST TELEVISION SERIES – COMEDY OR MUSICAL
“Girls” (HBO)
“Jane the Virgin” (The CW)
“Orange is the New Black” (Netflix)
“Silicon Valley” (HBO)
“Transparent” (Amazon)

BEST PERFORMANCE BY AN ACTRESS IN A TELEVISION SERIES – COMEDY OR MUSICAL

Lena Dunham – “Girls”
Edie Falco – “Nurse Jackie”
Julia Louis-Dreyfus – “Veep”
Gina Rodriguez – “Jane the Virgin”
Taylor Schilling – “Orange is the New Black”

BEST PERFORMANCE BY AN ACTOR IN A TELEVISION SERIES – COMEDY OR MUSICAL

Louis C.K. – “Louie”
Don Cheadle – “House of Lies”
Ricky Gervais – “Derek”
William H. Macy – “Shameless”
Jeffrey Tambor – “Transparent”

BEST MINI-SERIES OR MOTION PICTURE MADE FOR TELEVISION

“Fargo” (FX)
“The Missing” (Starz)
“The Normal Heart” (HBO)
“Olive Kitteridge” (HBO)
“True Detective” (HBO)

BEST PERFORMANCE BY AN ACTRESS IN A MINI-SERIES OR MOTION PICTURE MADE FOR TELEVISION

Maggie Gyllenhaal – “The Honorable Woman”
Jessica Lange – “American Horror Story: Freak Show”
Frances McDorman – “Olive Kitteridge”
Frances O’Connor – “The Missing”
Allison Tolman – “Fargo”

BEST PERFORMANCE BY AN ACTOR IN A MINI-SERIES OR MOTION PICTURE MADE FOR TELEVISION

Martin Freeman – “Fargo”
Woody Harrelson – “True Detective”
Matthew McConaughey – “True Detective”
Mark Ruffalo – “The Normal Heart”
Billy Bob Thornton – “Fargo”

BEST PERFORMANCE BY AN ACTRESS IN A SUPPORTING ROLE IN A SERIES, MINI-SERIES OR MOTION PICTURE MADE FOR TELEVISION

Uzo Adoba – “Orange is the New Black”
Kathy Bates – “American Horror Story: Freak Show”
Joanne Froggat – “Downton Abbey”
Allison Janney – “Mom”
Michelle Monaghan – “True Detective”

BEST PERFORMANCE BY AN ACTOR IN A SUPPORTING ROLE IN A SERIES, MINI-SERIES OR MOTION PICTURE MADE FOR TELEVISION

Matt Bomer – “The Normal Heart”
Alan Cumming – “The Good Wife”
Colin Hanks – “Fargo”
Bill Murray – “Olive Kitteridge”
Jon Voight – “Ray Donovan”

1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: Document Moved

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Venezia 77 | tanti italiani in programma, da Rosi a Susanna Nicchiarelli

Pubblicato

:

miss marx newscinema

Saranno numerosi i film italiani che comporranno il programma (atipico e poco “glamour”, a causa dell’assenza delle grandi produzioni nordamericane) della 77esima Mostra internazionale dell’Arte Cinematografica di Venezia. Tra i titoli più attesi c’è sicuramente Notturno, il nuovo documentario di Gianfranco Rosi, già Leone d’oro nel 2013 con Sacro GRA e Orso d’Oro nel 2016 con Fuocoammare

Venezia 77 | il Notturno di Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi, che ha trascorso gli ultimi tre anni sui confini fra Siria, Iraq, Kurdistan e Libano, tornerà a Venezia con l’atteso Notturno (un film che tutti i festival del mondo si contendevano e che sarà anche l’unica opera italiana al Toronto Film Festival). “È un film ambientato in Siria. Ma non vedrete nemmeno una scena di guerra e di morte”. È così che lo ha annunciato in conferenza stampa Alberto Barbera, Direttore della Mostra.

Rosi in questi anni ha raccontato l’emarginazione ai confini di Roma (Sacro GRA) e il dramma dei naufragi a Lampedusa (Fuocoammare), sempre adottando uno sguardo “nuovo” e diverso sugli eventi, allo stesso tempo lirico e indagatore della materia (intesa anche nel suo senso organico) umana. Il nuovo film, attraverso incontri e immagini, metterà in scena la quotidianità messa in discussione dalle guerre civili, dittature feroci, dalle invasioni e dalle ingerenze straniere. La guerra, come specificato da Barbera, non appare direttamente: la comprendiamo attraverso i canti luttuosi delle madri, nei balbettii di bambini feriti per sempre.

Leggi anche -> Venezia 77 | Il programma ufficiale dell’edizione influenzata dalla pandemia

Un festival a trazione italiana

Ma in Concorso a Venezia spiccano anche due opere al femminile (in un’edizione che vede otto film diretti da donne in concorso): Miss Marx di Susanna Nicchiarelli e Le sorelle Macaluso di Emma Dante. Se il primo, sulla figlia di Karl Marx, racconta le contraddizioni e la lotta di un personaggio che si spende in prima persona per l’emancipazione femminile, il secondo tratteggia i legami famigliari di cinque donne appartenenti a generazioni diverse e apparentemente inconciliabili.

Il tema della guerra torna in uno dei documentari italiani fuori concorso, Guerra e pace di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, riflessione per immagini sulla lunga relazione tra cinema e guerra, di filmati dei pionieri del cinema nel 1911, al momento dell’invasione italiana in Libia, fino alla digitalizzazione del conflitto. La grande piaga del nostro presente, il Covid-19, sarà invece al centro di Molecole di Andrea Segre, girato a Venezia e scelto per la pre-apertura del festival. Segre ci parla della pandemia attraverso il racconto dello svuotamento del capoluogo veneto e di questi mesi sospesi.

Le sezioni parallele

Ambientato nel nord-est anche Non odiare di Mauro Mancini, presente alle Giornate degli Autori, che pone il suo sguardo sul mondo delle frange neonaziste attraverso il personaggio di un chirurgo di origine ebraiche interpretato da Alessandro Gassman. Sempre alle Giornate degli Autori, Giorgio Diritti (presto “nuovamente” al cinema con Volevo nascondermi) presenterà un cortometraggio dal titolo Zombie, che avrà come tema l’alienazione parentale. 

Continua a leggere

Cinema

Venezia 77 | Due nuovi film Fuori Concorso, c’è anche Pedro Almodovar

Pubblicato

:

venezia almodovar

La Biennale di Venezia ha il piacere di annunciare due film che si aggiungono, Fuori concorso, al programma della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica diretta da Alberto Barbera, in programma dal 2 al 12 settembre 2020 al Lido di Venezia.

Si tratta del nuovo film di Pedro Almodóvar, girato e montato a tempo di record subito dopo la fine del confinamento – The Human Voice tratto da Jean Cocteau e interpretato da Tilda Swinton – e di un film hollywoodiano che rafforza la rappresentanza americana alla Mostra, One Night in Miami del premio Oscar Regina King, una recente acquisizione di Amazon.

Dichiara Pedro Almodóvar: “Sono entusiasta di tornare a Venezia in questo anno speciale, con il Covid 19 come involontario ospite. Tutto sarà differente, e non vedo l’ora di scoprirlo di persona. E’ un onore affiancare Tilda in un anno in cui riceverà un premio meritatissimo. Per la verità, The Human Voice è un festival di Tilda, una rassegna dei suoi infiniti e assortiti registri come attrice. E’ stato uno spettacolo dirigerla.”

E’ uno straordinario piacere e un grande onore – dichiara il direttore della Mostra, Alberto Barberaaccogliere nuovamente Pedro Almodóvar a Venezia, un anno dopo avergli assegnato il Leone d’Oro alla Carriera, con il suo nuovo film tratto da La voce umana di Jean Cocteau e interpretato da Tilda Swinton, il Leone d’Oro alla carriera di quest’anno. E’ una circostanza eccezionale, in un anno fuori dell’ordinario: il modo più bello per celebrare insieme il desidero di tornare al cinema in compagnia di uno dei più grandi registi contemporanei”.

Leggi anche: Le misure anti-Covid di Venezia 77

La regista di One Night in Miami, Regina King, dice: “Mi sono data un pizzicotto quando ho saputo di essere stata selezionata per la Mostra di Venezia, un festival così prestigioso. Felice di annunciare un’altra tappa nel viaggio di questo film”.  “Il film di Regina King – afferma Barbera su One Night in Miami – non potrebbe essere più in sintonia con gli avvenimenti degli ultimi mesi e la necessità di combattere ogni forma di razzismo che ancora alligna nelle nostre società. Siamo felici che Venezia possa contribuire a far conoscere un film importante per i suoi contenuti e la conferma del talento di una grande attrice al suo debutto come regista”.

The Human Voice di Pedro Almodóvar

The Human Voice (30’) è un libero adattamento dell’originale pièce teatrale di  Jean Cocteau, su cui Pedro Almodóvar ha sognato per decenni. Racconta la storia di una donna disperata (Tilda Swinton), che aspetta la telefonata dell’amato che l’ha appena abbandonata. Si tratta del primo film in inglese di Pedro Almodóvar. El Deseo ha prodotto The Human Voice, con José Luis Alcaine direttore della fotografia e Alberto Iglesias compositore.

One Night in Miami di Regina King

Ambientato durante la notte del 25 febbraio 1964, One Night in Miami racconta la storia del giovane Cassius Clay, in seguito noto col nome di Muhammad Ali, nel momento in cui diventa il nuovo campione dei pesi massimi al Miami Beach Convention Center. Contro ogni aspettativa, Clay sconfigge Sonny Liston con la sorpresa di tutto il mondo sportivo. Mentre una grande folla si raduna a Miami Beach per festeggiare la vittoria, Clay, che non può restare sull’isola a causa delle leggi di Jim Crow sulla segregazione razziale, trascorre la nottata all’Hampton House Motel in uno storico quartiere nero di Miami. Qui Clay celebra la vittoria assieme a tre dei suoi amici più stretti: l’attivista Malcom X, il cantante Sam Cooke e la star del football americano Jim Brown. La mattina seguente, i quattro sono determinati come non mai a costruire un mondo nuovo per se stessi e per la loro comunità. In One Night in Miami, lo sceneggiatore Kemp Powers esplora cosa è accaduto quella notte, soffermandosi sul rapporto tra i quattro, sulla loro amicizia e sulle battaglie che li accomunavano, aspetti che li avrebbero portati a diventare quelle icone dei diritti civili che sono oggi.

One Night in Miami è diretto da Regina King. Sceneggiatura: Kemp Powers. Produttori: Jess Wu Calder, Keith Calder e Jody Klein. Produttori esecutivi: Regina King, Kemp Powers, Paul Davis e Chris Harding

 

Continua a leggere

Cinema

Venezia 77: tutte le misure anti Covid-19 previste al festival

Pubblicato

:

unnamed

La Biennale di Venezia sta seguendo con la massima attenzione l’evoluzione dell’emergenza sanitaria per il coronavirus attualmente in atto e sta elaborando, in accordo con gli organi di controllo nazionali e regionali,  un piano di sicurezza anti covid-19 da attuare per l’organizzazione della 77^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (qui puoi vedere il programma ufficiale di Venezia 77)

Venezia 77 | Le principali misure Anti Covid-19

Controllo della temperatura corporea 

All’area della Mostra del Cinema si accederà attraverso i consueti 7 varchi stradali / lagunari che saranno attrezzati con sistemi di rilevazione della temperatura dei partecipanti che a vario titolo accederanno all’area di Mostra. Non sarà consentito  l’accesso in caso di temperatura corporea superiore ai 37,5 gradi. 

Ulteriori sistemi di controllo della temperatura saranno inoltre collocati all’ingresso delle sale cinematografiche del Lido non incluse nell’area della Mostra quali: Palabiennale, Astra e nuova Arena all’aperto. 

Igienizzazione delle mani

Sanificanti liquidi e gel saranno disponibili per il pubblico in tutte le aree (sale cinematografiche, ingressi e hall, meeting points, ecc.)

Distanziamento sociale nelle sale

Sarà effettuata la riduzione dei posti disponibili applicando in tutte le sale l’alternanza del posto a sedere  

Distanziamento sociale per tutte le attività

Un protocollo di salvaguardia del distanziamento sociale sarà messo in atto per tutte le attività con sedie numerate e accesso ridotto alle aree interne. Sul red carpet i fotografi saranno  distanziati in accordo con i protocolli.

Mascherine obbligatorie

Le mascherine dovranno essere utilizzate in tutte le aree esterne quando il distanziamento non è possibile o difficoltoso da attuare. La mascherine dovranno essere indossate mentre si accede alle sale, mentre si è in fila, e – ad oggi    fino al momento in cui ci si siede.

Biglietteria online

La biglietteria sarà esclusivamente online, in modo da evitare code. 

Tracciamento di tutti i partecipanti 

Tutti i partecipanti – accreditati alla Mostra, possessori di pass, biglietti e abbonamenti – saranno tracciati mentre accedono alle sale o alle altre aree funzionali all’interno degli edifici. 

Riduzione dei materiali stampati

La maggior parte delle informazioni concernenti la Mostra sarà data al pubblico in formato elettronico, riducendo la distribuzione dei materiali stampati. 

Presenza nell’area delle autorità sanitarie

L’area della Mostra avrà, come sempre, un servizio di pronto soccorso organizzato dalle locali autorità sanitarie a disposizione del pubblico, come per le passate edizioni, per tutte le azioni ritenute necessarie.

Assistenza speciale alle delegazioni e agli attori

Le delegazioni dei film saranno assistite per le loro necessità, i trasporti saranno organizzati ad hoc per evitare assembramenti, sarà garantita assistenza per accesso ai servizi sanitari qualora necessaria. 

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Popolari

X