Connettiti a NewsCinema!
luomo invisibile luomo invisibile

Cinema

L’uomo invisibile | 6 classici horror che meriterebbero un remake

Pubblicato

:

Doveva uscire proprio in questo periodo, ma la situazione creata dall’epidemia del coronavirus ha portato alla chiusura dei cinema con relativo rinvio di tutte le pellicole pronte ad esordire su grande schermo. L’uomo invisibile, uscito negli Stati Uniti a fine Febbraio, è stato accolto positivamente dalla critica, che ha lodato il regista Leigh Whannell per aver aggiornato l’omonimo classico del 1933. In attesa di poterlo vedere anche nelle nostre sale, approfittiamo dell’occasione per scoprire altri titoli storici del genere horror di produzione Universal che meriterebbero un remake aggiornato ai tempi moderni.

Il gobbo di Notre Dame

Un nuovo adattamento del romanzo di Victor Hugo è effettivamente già in cantiere, ma si tratta della trasposizione in live-action, a marchio Disney, dell’amato film d’animazione datato 1996, con atmosfere probabilmente in linea con quelle dei blockbuster per tutta la famiglia. Oltre al capolavoro diretto nel 1939 da William Dieterle e con protagonista uno straordinario Charles Laughton, un’altra versione famosa risale al cinema muto – ossia Il gobbo di Notre Dame del 1923 con Lon Chaney nei panni di Quasimodo – differente nel finale all’opera letteraria.

Se affidato al giusto regista, il rifacimento potrebbe essere un interessante studio psicologico su un personaggio affetto da deformità fisica che aspira alla realizzazione dei propri desideri: un film capace di creare un forte legame empatico con il pubblico, sempre pronto ad identificarsi con un reietto in cerca di riscatto, e di offrire una visione gotica aggiornata alle influenze del terzo millennio.

Il raggio invisibile

il raggio invisibile

Il raggio invisibile

Il film del 1936, che vedeva nei panni del protagonista una star assoluta del genere come Boris Karloff, racconta la vicenda di uno scienziato che sviluppa istinti omicidi dopo la scoperta di una sostanza radioattiva, il radium X: chiunque entra in contatto con lui, perde infatti istantaneamente la vita. La situazione crea nel luminare dei profondi disturbi psicologici, amplificati da situazioni private scomode, e questi inizia ad utilizzare i suoi “poteri” per scopi delittuosi.

Una storia tanto semplice quanto immediata, perfetta per gli spettatori moderni spesso accondiscendenti a produzioni di facile consumo. Con qualche accorgimento rispetto allo script originario, nel quale un meteorite era alla causa delle spaventose abilità del personaggio, Il raggio invisibile potrebbe offrire spunti interessanti dal punto di vista etico e un intrattenimento diretto e senza fronzoli.

L’usurpatore

La pellicola è liberamente ispirata all’ascesa al potere di Riccardo III (interpretato da Basil Rathbone) che, secondo alcune versioni del periodo, sarebbe avvenuta tramite il mirato omicidio di potenziali rivali con l’aiuto di suoi servitori (tra cui Boris Karloff). Il potenziale per uno slasher in costume di concezione moderna è enorme, e la scalata al trono di un protagonista che non si fa scrupoli pur di raggiungere il suo obiettivo potrebbe dare il via ad un escalation brutale e drammaticamente intensa, capace di portare una boccata d’aria fresca all’intero genere e non solo.

Leggi anche: The Grudge | l’evoluzione della saga horror che ancora ci terrorizza

Black Friday

black friday

Black friday

Due leggende quali Boris Karloff e Bela Lugosi insieme nello stesso film: siamo nel 1940 e i due attori di culto dividono il set in questo disturbante dramma a sfondo criminale. La trama vede il dottor Ernert Sovac salvare la vita ad un amico, il professor George Kingsley, tramite il trapianto di un nuovo cervello, appartenente ad un gangster morto da poco.

La sceneggiatura fonda influenze da Frankenstein e da dr. Jekyll e Mr. Hyde, e il remake sarebbe l’occasione perfetta per aggiornare in una volta sola i due succitati prototipi. Il trapianto di cervelli potrebbe inoltre aprire sfumature più in linea con i tempi sulla coscienza digitale e offrire ulteriori divagazioni sul tema delle intelligenze artificiali, appositamente integrate in uno script modificato per l’occasione.

Captive Wild Woman

In questo titolo del 1943 John Carradine è uno scienziato pazzo che riesce a trasformare una femmina di gorilla in una donna umana (la scream queen del periodo Acquanetta). Una trama che oggi potrebbe facilmente essere accusata di misoginia ma che, aggiornata ai tempi e all’era #MeToo, sarebbe in grado di offrire diverse spunti di riflessione se contestualizzata con il giusto approccio: una donna – mostro prigioniera di un uomo e alle prese con una lotta per la libertà e un riscatto personale che si ammanterebbe di condivisibili messaggi sulla comprensione del “diverso” e sui limiti morali da non sorpassare in campo scientifico.

Al di là del mistero

al di là del mistero

Al di là del mistero

Conosciuto anche con il titolo originale The House of Frankenstein, questo film del 1940 era un vero e proprio cross-over che riuniva sul grande schermo delle icone del cinema horror come Dracula, l’Uomo Lupo, il mostro di Frankenstein e altri. Una nuova versione della vicenda, oltre a mandare in visibilio i fan più giovani del filone, potrebbe regalare un’ambientazione suggestiva e un’originale rivisitazione delle suddette figure mostruose, più in linea con i tempi e con uno sguardo ai contemporanei cinecomic, capaci di gestire numerosi personaggi “di peso” all’interno di una stessa pellicola.

Appassionato di cinema fin dalla più tenera età, cresciuto coi classici hollywoodiani e indagato, con il trascorrere degli anni, nella realtà cinematografiche più sconosciute e di nicchia. Amante della Settima arte senza limiti di luogo o di tempo, sono attivo nel settore della critica di settore da quasi quindici anni, dopo una precedente esperienza nell'ambito di quella musicale.

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Supernova | Il trailer del film con Colin Firth e Stanley Tucci

Pubblicato

:

supernova newscinema

Studiocanal ha rilasciato il trailer ufficiale (disponibile a fondo pagina) dell’atteso drama Supernova, diretto da Harry Macqueen e interpretato da due star del calibro di Colin Firth e Stanley Tucci.

Supernova | La trama del drama con Colin Firth e Stanley Tucci

I due portano sullo schermo una coppia da oltre vent’anni, costretta a fare i conti con un futuro incerto e irto di ostacoli, dal momento in cui a uno dei due viene diagnosticata la demenza senile.

Leggi anche: WandaVision | tutti i dettagli che vi siete persi nel trailer della serie tv

Durante la stagione autunnale, Sam (Firth) e Tusker (Tucci) decidono di sfruttare il periodo di vacanza, viaggiando per tutta l’Inghilterra a bordo di un camper. Tra una visita agli amici, alle famiglie e il ritorno nei posti del loro passato.

supernova int newscinema
Colin Firth e Stanley Tucci in una scena del film

Da quando due anni prima hanno scoperto la malattia di Tusker le cose sono inevitabilmente cambiate. Dopo aver messo in pausa i rispettivi lavori, i due hanno infatti deciso di prendersi del tempo insieme.

Ma mano che il loro tour prosegue però, inizieranno a sorgere dei dissidi su come ciascuno di loro intende affrontare il futuro. I segreti vengono rivelati, così come i piani privati e il loro amore viene messo alla prova come mai prima d’ora.

La premiere mondiale al San Sebastian International Film Festival

Oltre a Firth e Tucci, troviamo nel cast James Dreyfus, Pippa Haywood e Sarah Woodward. Supernova è scritto e diretto da Macqueen, prodotto da Tristan Goligher ed Emily Morgan.

Leggi anche: Small Axe | Il trailer del nuovo progetto firmato McQueen

Il film non ha ancora una data per la release negli Stati Uniti, mentre nel Regno Unito sbarcherà in sala venerdì 27 novembre. Ma la premiere mondiale è prevista per il 24 settembre al San Sebastian International Film Festival.

Continua a leggere

Cinema

WandaVision | tutti i dettagli che vi siete persi nel trailer della serie tv

Pubblicato

:

wandavision 1200 compressed

Il nuovo trailer di WandaVision, andato in onda per la prima volta durante la cerimonia della 72^ edizione degli Emmy del 2020, ha cancellato quella barra con aplomb, aggiungendo un tanto necessario senso di follia, insensatezza e, sorprendentemente, paura al procedimento.

Interpretato da Elizabeth Olsen nei panni di Wanda Maximoff e Paul Bettany nei panni di Vision, WandaVision debutterà su Disney + entro la fine dell’anno. Il fatto che i fan siano a pochi mesi dalla visione della serie e non abbiano idea di cosa si tratti, rende tutto più allettante. Mentre il nuovo trailer della serie tv ha sicuramente offerto uno sguardo più ravvicinato, abbiamo pensato di mostrarvi alcuni dettagli che potrebbero esservi sfuggiti.

wandavision 1 newscinema

Hai già visto questo ospite a cena di WandaVision

Una sezione considerevole del trailer di WandaVision è incentrato su una cena nella quale Wanda e Vision ospitano due amici particolarmente ficcanaso. Dopo una breve vignetta di scene incentrate su Wanda e Vision che si trasferiscono nella periferia degli anni ’50 dopo il loro matrimonio – “Questa è la nostra casa ora”, Wanda dice al suo fidanzato androide, “Voglio che ci adattiamo” – C’è una donna dai capelli ricci che chiede a Wanda un tris di domande in rapida successione: “Da dove vi siete trasferiti, da quanto tempo siete sposati e perché non avete ancora figli?” Prima che Wanda abbia la possibilità di rispondere, Vision interviene gentilmente per cercare di rispondere alle domande da solo, ma scopre che non può. Inciampa e il marito della donna curiosa chiede risposte a Vision, sbattendo le mani sul tavolo mentre grida: “Trasferito da dove? Sposato quando? Dannazione, perché ?!”

È sicuramente una parte memorabile dell’ultimo round di filmati di WandaVision – e non solo perché svela alcuni misteri intriganti su cosa e chi potrebbe minacciare la vita di Wanda e Vision in una futura felicità coniugale. La scena della cena spicca anche per la donna al tavolo, che si chiama Mrs Heart ha un volto familiare. Il suo personaggio è interpretato dall’attrice Debra Jo Rupp, mentre l’attore e comico Fred Melamed interpreta suo marito, Mr. Heart.

Il vino di WandaVision

A proposito di quella cena: inizia con un elegante versamento di vino rosso, creando un numero giocoso con sfumature curiose. Solo i fan Marvel dagli occhi acuti – avranno notato l’etichetta della bottiglia, attribuendone la creazione alla cantina Maison du Mépris.

Ci sono un paio di potenziali takeaway qui. Prima di tutto, “Maison du Mépris” si traduce dal francese all’inglese come “casa del disprezzo”, che è abbastanza inquietante di per sé, prefigurando una situazione domestica tutt’altro che ideale per Vision e Wanda, che mirano a essere una superpotente coppia di streghe e androidi che vivono felicemente in periferia.

Da una prospettiva più comica, il nome potrebbe essere un riferimento a House of M. Per chi non lo sapesse, negli ultimi sei decenni, Wanda Maximoff ha un curriculum piuttosto impressionante quando si tratta di deformare la realtà per cercare di aggiustarla. Nella trama del 2005 House of M, crea un mondo in cui ogni personaggio ha esaudito il proprio desiderio più profondo: lo zio di Spider-Man sta ancora dando calci, Capitan America vince la seconda guerra mondiale e si ritira, e Wanda ha un mucchio di bambini. Dipingendo con tratti ampi, sembra abbastanza simile all’evidente mondo che gratta la superficie ed è un incubo presente in  WandaVision. 

Inoltre, per quel che vale, la bottiglia di vino dice “F. Amblard”, potenzialmente riferendosi allo scenografo Frédéric Amblard de I Guardiani della Galassia Vol. 2.

wandavision2 newscinema

La verità dietro il personaggio di Kathryn Hahn

Un’altra star dall’aspetto familiare che appare nel nuovo trailer di  WandaVision è Kathryn Hahn, il cui coinvolgimento è stato annunciato nell’agosto 2019 durante l’Expo D23. Fino ad ora, le informazioni sul personaggio WandaVision di Hahn  sono state scarse se non inesistenti; la House of Heroes ha solo condiviso che avrebbe interpretato qualcuno che, secondo il capo dei Marvel Studios Kevin Feige, si sarebbe adattato al tipico tropo della sitcom della donna fin troppo curiosa della porta accanto. Sul palco del D23 ha scherzato: “Di cosa ha bisogno ogni sitcom? Un vicino ficcanaso! C’è sempre un vicino ficcanaso che crea problemi” .

Il filmato mostra il suo essere, fedele alla parola di Feige, il tipico vicino ficcanaso in passato – organizzando la cena che diventa poco piacevole e alla quale vorrebbe scappare il prima possibile. Al contempo però, mostra anche la sua vera paura che colpisce il cuore di Vision dicendogli che è morto in quello che sembra essere il presente. In aggiunta al fattore creep è che Agnes è vestita da strega quando lancia quella bomba su Vision, forse mostra il pezzo più grande del puzzle.

Prendendo tutto in considerazione, sembra che il personaggio di Hahn Agnes potrebbe essere una qualche versione di Agatha Harkness – “Ag” più “ness” per fare “Agnes”. Nei fumetti, Agatha è una strega potente (da qui il costume di Halloween che indossa nel trailer) che fa da mentore a Wanda Maximoff. Sfortunatamente, le cose non finiscono bene tra Wanda e Agatha nei fumetti, ma non te lo rovineremo.

vision newscinema

Il costume di Halloween di Vision è un ritorno al passato dei fumetti

Più avanti nel trailer, vediamo Vision camminare per le strade suburbane in due diverse notti di Halloween, apparentemente una nel passato e una nel futuro. In primo luogo, Vision appare come la maggior parte dei fan del Marvel Cinematic Universe lo conosce: con una faccia rosso scuro; segni d’argento sulle orecchie, sulla tempia e sulla sommità della testa; quella che sembra essere la Pietra della mente incastonata proprio dove sarebbe la sua attaccatura dei capelli se fosse un umano; e un costume elegante. Nella seconda istanza, che si trova più avanti nel trailer, Vision ha un aspetto diverso, uno che è più kitsch al confronto ma incredibilmente accurato da fumetto.

Il viso rosso vivo di Vision, il body con cappuccio verde adornato con un diamante giallo al centro del petto, il mantello giallo abbinato a un grande colletto svasato e il diamante verde adornato sulla fronte si uniscono per dare un chiaro richiamo al costume che lui sfoggiato nelle pagine dei fumetti Marvel. Ma non solo  un numero qualsiasi dei fumetti:  The  Avengers # 57 dell’ottobre 1968, in cui Vision fece la sua prima apparizione in assoluto.

Wanda è anche vista indossare un costume dei fumetti – un completo rosso con il suo copricapo caratteristico e un mantello legato sul davanti – ma è qualcosa che i fan hanno visto in precedenza  nel teaser di WandaVision di febbraio 2020.

wandavision 4 newscinema

La canzone nel trailer di WandaVision si adatta alla super coppia e alla serie

Quando si monta un trailer, gli editori devono assicurarsi che tutto il filmato includa il maggior numero possibile di colpi e dia il tono alla serie senza rovinare nulla. Ma questa è solo una parte dello sforzo creativo. Gli editori devono anche selezionare la canzone perfetta su cui impostare il trailer e, nella maggior parte dei casi, la melodia scelta dice tanto sul progetto in questione quanto il filmato stesso.

Questo nuovo trailer di WandaVision non fa eccezione. È ambientato in “Twilight Time” dei The Platters , un gruppo vocale fondato nel 1952 che è salito alla ribalta durante le prime fasi dell’era della musica rock-and-roll negli Stati Uniti. La canzone, pubblicata nell’aprile 1958, si adatta bene considerando che WandaVision si svolgerà in parte negli anni ’50, ma è anche appropriata per i suoi testi. Scritto da Buck Ram, il testo di “Twilight Time” racconta di un profondo amore tra due persone. Quando vengono utilizzati in questo trailer di WandaVision , i testi della canzone aiutano a sottolineare sia il vero affetto che Wanda e Vision condividono l’uno per l’altro sia le difficoltà che la coppia deve sopportare.

wanda and visions newscinema

I gemelli di Wanda e Vision potrebbero essere significativi

A un certo punto del trailer, Wanda e Vision possono essere visti in un’iterazione molto anni ’70 della loro famiglia, con due bambini in braccio, apparentemente due maschietti. Lo scatto è così veloce e arriva in mezzo a così tanta follia che verrebbe perdonato se si pensa che sia una specie di bavaglio usa e getta. In realtà, questo potrebbe essere super significativo, poiché nelle pagine dei fumetti Marvel c’è un precedente in cui Wanda e Vision hanno due gemelli (sebbene, poiché Vision è un androide, sono stati concepiti con mezzi magici).

Nei fumetti, Wanda usa la sua “magia della probabilità” per rimanere incinta di due gemelli di nome William e Thomas, che nientemeno che Doctor Strange ha consegnato. Sfortunatamente, nelle loro incarnazioni iniziali, William e Thomas non erano esattamente reali, poiché avevano la strana abitudine di scomparire dall’esistenza ogni volta che Wanda non pensava a loro.

Alla fine, però, Wanda è stato in grado di combinare i suoi poteri con quelli del demone extradimensionale Mephisto (per fare un molto lunga storia breve) per dare i gemelli la vita reale. Quando raggiunsero l’adolescenza, iniziarono a mostrare poteri: William possedeva una versione delle capacità di distorcere la realtà di sua madre, mentre Thomas ereditò la velocità accecante di suo zio, Quicksilver. Come gli eroi Wiccan e Speed, rispettivamente, i due sono diventati membri chiave dei Young Avengers.

a familiar face at the end of the wandavision trailer 1600701111 compressed

Un volto familiare alla fine del trailer di WandaVision

In uno degli ultimi momenti del trailer, una giovane donna vestita con abiti degli anni ’60 o ’70 viene espulsa con la forza dalla realtà di Wanda e Vision. Vola nell’aria all’indietro, zumando attraverso un pascolo di campagna in pieno giorno e poi rompendo una sorta di barriera interdimensionale prima di essere fatta cadere fuori da una moderna installazione militare nel cuore della notte.

Il suo arrivo sembra causare un po ‘di trambusto alla base – appartenente a SWORD , la controparte SHIELD altrimenti nota come Dipartimento di Osservazione e Risposta del Mondo Sentient – ed è possibile che alcuni dei soldati che si precipitano a indagare possano averla vista prima. Lei è Monica Rambeau (Teyonah Parris) – asso del pilota dell’Air Force e figlia di Maria Rambeau, la migliore amica di Carol Danvers, AKA Captain Marvel .

I fan sanno da tempo che Monica sarebbe apparsa su WandaVision , anche se il contesto del suo aspetto non è stato chiaro. Il trailer non lo rende esattamente più chiaro, solo molto più intrigante. Tutto dovrebbe diventare chiaro quando WandaVision debutterà su Disney + entro la fine dell’anno.

Continua a leggere

Cinema

Tom Cruise nello spazio per il prossimo film | svelata la data di partenza

Pubblicato

:

tom cruise trailer 2 for top gun 2 maverick movie

Quando è stato annunciato sembrava un progetto destinato a realizzarsi molto più in là. E invece manca appena un anno alla partenza di Tom Cruise e Doug Liman nello spazio per girare il loro nuovo film. 

Tom Cruise nello spazio

Arriva da Space Shuttle Almanac la conferma che la missione di Cruise ha avuto il via libera: sarà il primo attore a girare un film nello spazio affiancato dal regista Doug Liman. Il comandante Michael Lopez-Alegria, che vanta nel suo curriculum già una serie di missioni come la Sojuz TMA-9, piloterà la nuova stazione spaziale commerciale di Axiom per una “missione turistica” a ottobre 2021. 

Il tweet della Space Shuttle Almanac

È un tweet, diffuso da Space Shuttle Almanac, ad illustrare proprio il programma dei vari viaggi fino al 2023. Tra questi, c’è anche lo “SpaceX Crew Dragon Axiom Tourist flight”, a cui parteciperanno Lopez Alegria (comandante), Tom Cruise, Doug Liman e un altro “turista” che a questo punto potrebbe essere un operatore o anche un altro componente del cast.

I dettagli delle riprese

Liman produrrà la pellicola insieme a Cruise. I due hanno già lavorato insieme in Edge of Tomorrow e nel recente Barry Seal – Una storia americana. Il budget del film sarà circa 200 milioni di dollari. Un progetto molto ambizioso del quale sappiamo ancora pochissimo: non sono noti né il titolo né i dettagli della trama. Quello che è certo è che Cruise e Liman si recheranno nello spazio per girare il film con l’aiuto della NASA, che qualche mese fa ha confermato il proprio coinvolgimento spiegando che le riprese si svolgeranno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Popolari

X