Connettiti a NewsCinema!
actor robert pattinson newcinema compressed actor robert pattinson newcinema compressed

Biografie

Robert Pattinson | carriera e vita privata del nuovo ‘Bruce Wayne’ inglese

Pubblicato

:

Capelli scompigliati, fascino da vendere – tanto da essere stato nominato come uomo più bello del mondo lo scorso febbraio – e look da ‘finto’ trasandato, Robert Pattinson è l’idolo delle fan di tutte le età da più di dieci anni. Precisamente, da quando ha vestito i panni del romantico vampito Edward Cullen nella saga fantasy Twilight insieme a Kristen Stewart.

Tutte hanno desiderato almeno una volta di avere un ragazzo come lui, premuroso ed eternamente innamorato della propria ragazza. Oggi, il bel Pattinson dopo aver dato prova di essere un bravo interprete soprattutto in film drammatici e d’azione, è stato uno dei protagonisti dell’evento dell’anno Dc FanDome per l’atteso film The Batman diretto da Matt Reeves. In attesa di vederlo nei panni di Bruce Wayne, presumibilmente nel 2021, ripercorriamo le tappe più importanti della vita privata e professionale dell’attore inglese, bello e dannato.

Leggi anche: The Batman | Il primo teaser trailer con Robert Pattinson

Gli esordi

Robert Douglas Thomas Pattinson noto semplicemente come Robert Pattinson è nato a Londra il 13 maggio 1986 nel quartiere di Barnes. La sua famiglia è composta dalla madre Claire, dirigente di un’agenzia di modelli e Richard Pattinson, importatore di auto d’epoca. Robert ha anche due sorelle, Victoria ed Elizabeth, conosciuta anche come Lizzy. Durante l’adolescenza ha frequentato la Harrodian Private School a Londra, dedicandosi al mondo della musica, imparando a suonare il pianoforte e la chitarra. Grazie al lavoro della mamma, debutta a 16 anni come modello e iniziando a muovere i primi passi nella recitazione a teatro.

Dividendosi tra i drammi di Shakespeare messi in scena al Barnes Theatre Company di Londra e musical come Bulli e Pupe, viene notato da un regista che decide di scritturarlo per lo spettacolo di Tess dei D’Urbervilles, ispirato al romanzo di Thomas Hardy. Sarà grazie a questo ruolo, che un’importante agente di spettacolo deciderà di prenderlo sotto la sua ala protettiva, offrendogli contratti professionali di grande rilievo.

Il cinema chiama, Pattinson risponde!

Dai primi anni degli anni 2000, per Pattinson inizia ufficialmente la sua carriera di attore cinematografico in diversi film fantasy. È il 2004 quando viene scelto per il film destinato al piccolo schermo La saga dei Nibelunghi diretto da Uli Edel nel quale veste i panni del Principe Giselher.
Lo stesso anno viene scelto per il film La fiera della vanità, nel quale però non compare, perché tutte le sue scene vennero tagliate nel montaggio finale presente nel DVD.

L’inizio di una ‘magica’ carriera

Solo un anno dopo il suo debutto nel mondo della tv e del cinema, viene scelto per prendere parte a una grande produzione: la saga di Harry Potter. Il personaggio di Cedric Diggory, presente nel quarto capitolo Harry Potter e il calice di fuoco, risulta uno dei più amati di sempre. La sua morte ancora oggi è tra i momenti più scioccanti della storia del maghetto con la cicatrice a forma di saetta sulla fronte. Dopo quale mese, veste i panni di un giovane pilota della Seconda Guerra Mondiale, nel film per la tv The Haunted Airman diretto da Chris Durlacher. L’anno dopo, il 2007, viene scelto come co-protagonista del film The Bad Mother’s Handbook.

Leggi anche: Twilight compie 10 anni: 5 motivi per rivederlo secondo NewsCinema

robert pattinson twilight newscinema compressed

Un Vampiro è per sempre…

Nella carriera di Pattinson, il 2007 è l’anno della sua svolta, visto che nel mese di luglio viene ufficializzato come il vampiro Edward Cullen, protagonista della collana di romanzi della saga di Twilight scritti da Stephenie Meyer. I film diretti da Catherine Hardwicke diventano dei cult soprattutto tra le adolescenti di quegli anni, letteralmente impazzite per la dolcezza e il senso di protezione del ‘non morto’ nei confronti della sua anima gemella, Bella Swan. Ad aumentare ancora di più l’entusiasmo generale, la conferma del legame sentimentale proprio con la collega Kristen Stewart, rendendo il tutto ancora più vero e vicino alla realtà.

Per l’attore inglese, si spalancano le porte delle maggiori case di produzioni cinematografiche che cercano di portare all’interno dei loro cast, il bel Robert. Nel 2008 partecipa al film indipendente Come solo tu sei diretto da Oliver Irving; The Summer House di Daisy Gili e Little Ashes nel quale interpreta l’artista surrealista Salvador Dalì diretto da Paul Morrison e legato sentimentalmente al poeta Federico García Lorca.

Due anni dopo Twilight, Pattison torna a vestire i panni del vampiro scapigliato, nel film The Twilight Saga: New Moon diretto da Chris Weitz.

bel ami newscinema compressed

Alla conquista della critica!

Sempre nel 2009, Pattinson viene scelto come protagonista del film drammatico Remember Me diretto da Allen Coulter per poi tornare (per la terza volta) al fianco di Kristen Stewart, nel film The Twilight Saga: Eclipse.

Conquistato il pubblico a tutto tondo, ora Pattinson deve dimostrare anche alla critica tutto il suo talento e lo fa prendendo parte a film impegnati e per nulla scontati. Nel 2013 è il protagonista del film biografico Bel Ami – Storia di un seduttore, tratto dal romanzo di Guy de Maupassant, in coppia con Uma Thurman; e ci sarà il toccante, Come l’acqua per gli elefanti insieme a Reese Witherspoon diretti da Francis Lawrence e ispirato al romanzo di Sara Gruen.

Tra il 2010 e il 2011 completa la saga fantasy più amata degli anni 2000, vestendo le camice a quadri e una carnagione bianco latte, per l’ultima volta con le riprese di The Twilight Saga: Breaking Dawn Parte 1 e Parte 2.

Una carriera lanciatissima tra moda e cinema

Terminate le riprese dei film di Twilight, il regista David Cronenberg lo vuole per il film Cosmopolis tratto dal romanzo di Don DeLillo, nel quale sembra interpretare una versione inedita di Bruce Wayne. Pattinson è un ricco e brillante giovane che si occupa di finanza e che recita con attori del calibro di Juliette Binoche e Paul Giamatti. Un film che viene presentato al Festival di Cannes 2012 e che non ottiene un gran successo, nonostante sia un buon film.

La moda non può far a meno di servirsi della sua bellezza trasandata e da bad boy, tant’è che nel 2013 diventa testimonial per la fragranza Dior Homme Fragrance. In concomitanza, si divide tra i tanti set cinematografici, come The Rover e Maps to the Stars.

Leggi anche: The Rover, tre clip del film con Robert Pattinson e Guy Pearce

Nel 2015 recita nel film Life come Dennis Stock insieme all’attore Dane DeHaan. Pochi mesi dopo, nel lungometraggio Queen of the Desert con James Franco, Nicole Kidman e Damian Lewis; The Childhood of a Leader – L’infanzia di un capo diretto da Brady Corbet.

È il 2019 quando esce con il film horror in bianco e nero The Lighthouse diretto da Robert Eggers insieme a Willem Dafoe. E poi il lungometraggio Waiting for the Barbarians diretto da Ciro Guerra con Mark Rylance, Johnny Depp, Gana Bayarsaikhan, Greta Scacchi e Sam Reid. Tutto questo prima del grande annuncio che ha scioccato il mondo del cinema.

Il 31 maggio 2019 la Warner Bros comunica ufficialmente di aver trovato il nuovo Bruce Wayne in Robert Pattinson. Il film ambientato alle origini dell’Uomo Pipistrello impegnato a combattere tra gli altri Pinguino ed Enigmista, arriverà nelle sale nel 2021.

In questi giorni potrete vedere l’attore inglese recitare come protagonista nel film Le strade del male insieme a Tom Holland su Netflix. Mentre al cinema, vi consigliamo il thriller Tenet diretto da Christopher Nolan, nel quale recita con John David Washington.

pattinson stewart newscinema compressed

La vita privata

Robert Pattinson e Kristen Stewart hanno fatto sognare milioni di persone con la loro storia d’amore nata sul set e continuata anche dopo. Presenti l’uno per l’altro e pronti a farsi immortalare abbracciati, mostrando quel pizzico di imbarazzo che ha contribuito a renderli umani agli occhi dei fan.

A distanza di qualche anno e in nome di un’amicizia vera e sincera, entrambi sono andati avanti con le rispettive vite. Ultimamente Pattinson è stato fotografato accanto alla modella Suki Waterhouse. Si vocifera anche che l’attore inglese sia completamente innamorato dell’ex fidanzata di Bradley Cooper al punto di averle chiesto di sposarlo.

Il mio amore più grande?! Il cinema. Passione che ho voluto approfondire all’università, conseguendo la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale a Salerno. I miei registi preferiti: Stanley Kubrick, Quentin Tarantino e Mario Monicelli. I film di Ferzan Ozpetek e le serie tv turche sono il mio punto debole.

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Biografie

Tom Hanks | l’incredibile carriera di uno degli attori più amati dal pubblico

Pubblicato

:

tom hanks 080720

Da giovano è stato lo sciocco, il ragazzo con la faccia buffa, commediante in film svelti come La retata, Big e Turner e il casinaro, occasionalmente romantici come Splash e Dirsi addio. Poi è stato l’uomo da avventure emotive ed estreme come Forrest Gump e Philadelphia, i ruoli che l’hanno consacrato. Poi ancora ordinary man sul fronte per Spielberg in Salvate il soldato Ryan e da lì in poi uomo semplice coinvolto in storie assurde (Cast Away), ruolo che non ha più abbandonato, salvo diventare negli ultimi anni, semplicemente, il padre di tutti gli americani. Da Prova a prendermi a Era mio padre. Ripercorriamo insieme l’incredibile carriera di uno degli attori più amati dal pubblico.

Tom Hanks | gli esordi

Nato a Concord (California) da padre statunitense, Amos Mefford Hanks (un lontano discendente del 16esimo Presidente degli Stati Uniti Abraham Lincoln) e da madre statunitense di origini portoghesi, Janet Marylyn Frager, di professione infermiera, Tom Hanks deve “subire” il divorzio dei suoi genitori all’età di 4 anni. Dopo aver studiato recitazione teatrale alla California State University di Sacramento, Tom Hanks esordisce nel mondo dello spettacolo con la serie televisiva Henry e Kip e poi successivamente recita nell’episodio Vendetta tremenda vendetta della serie Happy Days, nella parte di un ragazzo che decide di vendicarsi di Fonzie, che lo aveva gettato giù dall’altalena ai tempi dell’asilo. Il vero e proprio esordio cinematografico avviene nel 1984, con il film Splash – Una sirena a Manhattan di Ron Howard, ottenendo un grande successo sia di critica sia di pubblico È il film che lancia Hanks nel mondo di Hollywood. Nel corso degli anni Ottanta, recita poi in diverse commedie tra cui Casa, dolce casa?, Dirsi addio, La retata, Big (con il quale ottiene la prima candidatura all’Oscar), L‘erba del vicino, Turner e il casinaro, che diventeranno il trampolino di lancio per i successivi film. 

melanie griffith tom hanks il falò delle vanità

Come Spencer Tracy

Il primo ruolo in un film “impegnato” si rivela però un enorme passo falso (salvo poi essere rivalutato in seguito). Nel 1990 Tom Hanks è il protagonista del film Il falò delle vanità di Brian De Palma, che vede come protagonisti anche Bruce Willis, Melanie Griffith e Morgan Freeman. Costato circa 47 milioni di dollari, il film ne ha guadagnati alla sua uscita appena 15 negli Stati Uniti. Molti critici non apprezzarono proprio la scelta del cast, soprattutto quella di Tom Hanks nel ruolo di Sherman McCoy e quella di Bruce Willis per il ruolo di Peter Fallow. Fortunatamente per la sua carriera, nello stesso anno viene scelto dal regista premio Oscar Jonathan Demme e recita in Philadelphia nel ruolo di Andrew Beckett, giovane avvocato gay malato di AIDS, che, dopo essere stato licenziato dallo studio legale in cui lavora, porta in causa i suoi ex datori di lavoro grazie anche alla collaborazione dell’avvocato di colore Joe Miller (interpretato da Denzel Washington).

Per interpretare il ruolo di Andy Beckett, Tom Hanks dovette perdere dodici chili. Philadelphia si rivela un successo sia in America che nel resto del mondo, tanto da far vincere a Tom Hanks il Golden Globe, l’Orso d’Argento a Berlino e il suo primo Premio Oscar come miglior attore e a Bruce Springsteen l’Oscar alla miglior canzone. L’anno seguente torna a vincere l’Oscar, eguagliando così il record di due premi consecutivi di Spencer Tracy, per l’interpretazione di Forrest Gump nell’omonimo film di Robert Zemeckis. Tom Hanks aveva rispettivamente 38 e 39 anni quando vinse i due Oscar per il miglior attore nel 1994 e 1995, esattamente come Spencer Tracy quando li vinse nel 1938 e nel 1939. 

Nel 1995 torna a lavorare con il regista Ron Howard per il quale interpreta l’astronauta Jim Lovell in Apollo 13, film ispirato all’omonima vicenda accaduta agli astronauti della missione Apollo 13, nel 1970. Il film è stato candidato a 9 premi Oscar (tra cui miglior film e miglior regia) ed è stato inserito dal New York Times nella lista dei 1000 migliori film di sempre. Nel 1996 fa il suo esordio alla regia con la commedia musicale Music Graffiti, ambientata negli anni Sessanta. Dopo un breve periodo di pausa, nel 1998 lavora con Steven Spielberg nel film Salvate il soldato Ryan, cominciando con il leggendario regista una collaborazione che durerà decenni ed entrando ufficialmente nell’olimpo dei migliori attori di Hollywood.

reuters xix 20200316 234612 010596

Vita privata

Tom Hanks stato sposato dal 1978 al 1987 con l’attrice Samantha Lewes da cui ha avuto due figli: Colin (1977) ed Elizabeth (1982). Samantha Lewes morì di cancro ad appena 49 anni nel 2002, 14 anni dopo aver divorziato dall’attore, che invece dal 1988 è sposato con l’attrice Rita Wilson, che ha conosciuto durante la lavorazione del film Un ponte di guai e dalla quale ha avuto altri due figli: Chester (1990) e Truman Theodore (1995). Il più grande, Chester Marlon “Chet” Hanks, ha avuto il piccolo ruolo di uno studente nel film Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo e pubblicò un singolo rap nel 2011. Da Colin ha avuto due nipoti, Olivia Jane (la più grande, nata nel 2011) e Charlotte. Hanks è di fede ortodossa, religione a cui si è convertito proprio per sposare Rita Wilson.

Hanks è la star i cui film hanno registrato il terzo più alto incasso complessivo al botteghino di tutti i tempi in Nord America, con un totale che ammonta a oltre $4,5 miliardi al solo box office nordamericano (USA e Canada) e una media di $100,8 milioni per film. In tutto il mondo, i suoi film hanno incassato più di $9,0 miliardi. 

Nel 2016 riceve la Medaglia presidenziale della libertà. Nel dicembre 2019 gli viene conferita, invece, la cittadinanza onoraria greca. A concederla è stato il presidente Prokopis Pavlopoulos. L’attore hollywoodiano frequenta ogni anno il Paese ellenico, dove è solito trascorrere le vacanze nella sua abitazione sull’isola di Antiparos. La moglie della star americana, Rita Wilson, è greca per parte di madre ed è stata anche la produttrice del noto film Il mio grosso grasso matrimonio greco.

Continua a leggere

Biografie

Laura Dern | biografia di una formidabile caratterista, dagli esordi fino all’Oscar

Pubblicato

:

ca times.brightspotcdn

Laura Elizabeth Dern, classe 1967, è arrivata a stringere tra le mani il tanto sospirato Oscar solo nel 2019, grazie alla sua formidabile interpretazione nel film Marriage Story, diretto da Noah Baumbach. Ma la carriera dell’attrice è costellata di numerosi ruoli memorabili e di film entrati definitivamente nell’immaginario collettivo. 

Laura Dern | la biografia dell’attrice

Figlia di Bruce Dern e Diane Ladd, entrambi attori, e nipote dell’attrice Mary Lanier, la famiglia di Laura è sempre stata legata al mondo del cinema. I suoi genitori avevano avuto un’altra figlia prima di lei, nata nel 1961 e morta a soli diciotto mesi annegata nella piscina di famiglia; due anni dopo la sua nascita, i suoi genitori divorziarono. Da giovanissima, nel 1986, comincia con Velluto blu la collaborazione con il regista David Lynch, per cui diventerà una vera e propria musa, venendo diretta dal regista in Cuore selvaggio (1990), Inland Empire – L’impero della mente (2006) e nel “revival” della serie tv cult Twin Peaks, oltre ad aver preso parte alla performance teatrale musicale Industrial Symphony No. 1: The Dream of the Brokenhearted nel 1989. Il successo mondiale arriva però nel 1993 grazie al Jurassic Park di Steven Spielberg.

screen shot 2019 12 02 at 11.40.40 am

Nel 2019 riceve il plauso della critica per la sua magistrale interpretazione dell’avvocato divorzista Nora Fanshaw nel film Storia di un matrimonio, prodotto da Netflix, che le vale numerosi riconoscimenti: oltre al quinto Golden Globe, nel 2020 l’attrice si aggiudica per la prima volta il Premio BAFTA, lo Screen Actors Guild Award e soprattutto il Premio Oscar come miglior attrice non protagonista. Sempre nel 2020 riprende dopo diciannove anni il ruolo della professoressa Ellie Sattler, recitando a fianco di Chris Pratt, Bryce Dallas Howard, Sam Neill, Jeff Goldblum e BD Wong nel film Jurassic World: Dominion di Colin Trevorrow, previsto nelle sale nel 2021.

La carriera nella tv

Laura Dern ha lavorato tantissimo anche in televisione, cominciando moltissimi anni prima della cosiddetta “golden age”. In particolare ha recitato per il film televisivo Afterburn (1992), grazie al quale si è aggiudicata un Golden Globe per la miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione e la prima candidatura ai Premi Emmy. Per i suoi ruoli da guest star in Fallen Angels e Ellen ha ricevuto altre due candidature agli Emmy. Ha poi recitato in West Wing – Tutti gli uomini del Presidente (2002) e prestato la voce per King of the Hill (2002-2003). Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di Katherine Harris, ex segretario di Stato della Florida, nel film per la televisione Recount per cui vince il secondo Golden Globe.

big little lies laura dern

Dopo essere stata insignita della stella numero 2420 nella Hollywood Walk of Fame, è protagonista della serie Enlightened, grazie a cui la Dern ottiene il terzo Golden Globe e la quarta nomina agli Emmy. Tra il 2012 e il 2014 torna ad occuparsi principalmente di cinema, lavorando nelle acclamate pellicole The Master e soprattutto Wild, per il quale viene diretta da Jean-Marc Vallée, ricevendo una candidatura all’Oscar alla migliore attrice non protagonista nel 2015. Torna a lavorare con Vallée nel 2017, entrando a far parte del cast della serie Big Little Lies – Piccole grandi bugie nel ruolo di Renata Klein, grazie a cui vince, insieme al quarto Golden Globe, il suo primo Premio Emmy in carriera.

Vita privata

Dopo cinque anni di fidanzamento, il 23 dicembre 2005 ha sposato il noto musicista Ben Harper, da cui ha definitivamente divorziato nel 2013. La coppia ha avuto due figli: Ellery e Jaya, rispettivamente nati nel 2001 e nel 2004. In precedenza aveva avuto importanti relazioni sentimentali con Kyle MacLachlan, Renny Harlin, Jeff Goldblum (dal 1995 al 1997) e Billy Bob Thornton. Nel 2016 ha annunciato la sua relazione con il rapper Common. Laura Dern è anche attivista e sostiene diverse associazioni di beneficenza, come The Children’s Health Environmental Coalition, che mira ad accrescere la consapevolezza sulle sostanze tossiche che possono nuocere la salute dei bambini.

Continua a leggere

Biografie

Adam Driver | biografia di un vero e proprio talento

Pubblicato

:

adam driver newscinema 1

Adam Driver nasce a San Diego il 19 novembre 1983, ma all’età di sette anni si trasferisce con la mamma Nancy a Mishawaka. Dalla California all’Arkansas, cambiano le abitudini del piccolo, venendo cresciuto dal patrigno, Rodney G. Wright, pastore battista, in un ambiente molto religioso.

Adam Driver | Gli inizi dal coro della chiesa al corpo dei Marines

Si avvicina così alle arti performative, grazie innanzitutto al coro della chiesa di cui fa parte. Dopo il diploma alla scuola superiore, un evento sconvolge la sua esistenza e lo porta ad affrontare quella che sarà forse la prova più dura.

Leggi anche: Star Wars: Il Risveglio della Forza, Adam Driver confessa: “E’ meglio dei film precedenti!” (video)

Siamo nel 2001 e l’attentato dell’11 Settembre alle Torri Gemelle è qualcosa che in qualche modo ha toccato il mondo intero. Dal canto suo, Adam decide di arruolarsi nel corpo dei Marines degli Stati Uniti d’America, dove vi rimane per due anni e mezzo prima di essere congedato per ragioni mediche.

adam driver newscinema
Aadam Driver in una scena di Star Wars

La Juilliard School di New York rappresenta lo step successivo, al quale si deve l’ingresso sulle scene di Broadway. Ma è nel 2012 con la serie tv targata HBO, Girls, che arriva il vero successo: scelto come Adam Sackler, riceve la nomination agli Emmy Awards come miglior attore non protagonista in una comedy per tre anni di seguito.

Grandi nomi costellano la carriera dell’attore

Da quel momento in poi Adam Driver non si ferma più. Da Steven Spielberg a Noah Baumbach, dai fratelli Coen a J.J. Abrams, la carriera dell’attore è costellata di successi e di performance sopraffine. Ne è un esempio perfetto il suo ruolo in Hungry Hearts di Saverio Costanzo, che gli fa guadagnare la Coppa Volpi alla 71esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

adam driver 3 newscinema
Adam Driver in una scena di Hungry Hearts

Nel 2016 Martin Scorsese lo sceglie come suo volto protagonista nell’intenso Silence, al fianco di Andrew Garfield, mentre due anni dopo è Spike Lee a proporgli una parte di rilievo nell’apprezzatissimo BlacKkKlansman, dove divide la scena con John David Washington (Tenet). Parte che gli vale una candidatura ai Golden Globe e agli Oscar.

Il ritorno a Broadway e alla Mostra del Cinema di Venezia

Nel 2019 arriva anche quella per un Tony Award come miglior attore protagonista, grazie al suo ritorno sui palchi di Broadway nella pièce Burn This, al fianco di Keri Russell. Nel mezzo – dal 2014 – intervalla la sua partecipazione al mitico franchise di Star Wars, nel quale interpreta Kylo Ren (personaggio apparso della nuova trilogia).

Leggi anche: Keanu Reeves | dall’infanzia travagliata al successo mondiale

Allo stesso anno risale la splendida prova di Storia di un matrimonio, sul cui set ritrova Baumbach (dopo l’esperienza di Frances – Ha e di Giovani si diventa) e per cui ottiene una seconda nomination agli Oscar e ai Golden Globe come miglior attore protagonista. La pellicola è stata presentata alla 76esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

Adam Driver | vita privata e curiosità

Per quanto riguarda la vita privata, l’esperienza nell’esercito deve aver lasciato un segno profondo in Adam Driver, tanto che durante gli anni scolastici fonda un’organizzazione non-profit, la Arts in the Armed Forces, impegnata a realizzare spettacoli per il personale militare e le rispettive famiglie.

adam driver 2 newscinema
Adam Driver nei panni di Kylo Ren

Nel 2013 sposa Joanne Tucker, conosciuta in un corso di arti drammatiche chiamato Group 38 e dalla quale ha un figlio. La coppia vive a Brooklyn Heights e ha anche un amico a quattro zampe.

Tra le curiosità che lo circondano: odia ascoltarsi o guardarsi sullo schermo – tanto che in alcune occasioni se ne è persino andato, lasciando i presentatore dei programmi alquanto interdetti – il suo secondo nome è Douglas, gli piacerebbe essere diretto da Pedro Almodovar e Michael Haneke, ha lavorato come venditore porta a porta ed era stato considerato per il ruolo di Lex Luthor in Batman Vs. Superman.

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Popolari

X